Il sistema immunitario ci difende dagli attacchi di agenti esterni dannosi, come virus o batteri. È il nostro scudo e protegge la nostre salute.

Tuttavia, lo stress del cambio di stagione, associato al calo delle temperature, può far sì che le nostre difese naturali s’indeboliscano, perciò può essere utile seguire un’alimentazione che aiuti a rinforzarle. Inoltre, è importante sottolineare che anche lo sport aiuta a potenziare il sistema immunitario, purché praticato in modo intelligente ed equilibrato.

Dunque, quali sono i cibi da preferire in questa stagione?

Alimenti ricchi di vitamina C

Innanzitutto alimenti ricchi di vitamina C, utile per proteggere le cellule dall’ossidazione, favorire l’assorbimento del ferro e innalzare le difese immunitarie. Molti alimenti sono ricchi di questa sostanza, non solo gli agrumi (che non devono mancare nei menù autunnali), ma anche i kiwi (che contengono più del doppio di vitamina C rispetto ad arance e pompelmi), la melagrana e le verdure della famiglia delle crucifere, tanto per citarne alcuni.

Gli 8 cibi per rafforzare le tue difese immunitarie

1 – Arance rosse. L’alta concentrazione di vitamina C presente in questo frutto contribuisce a rafforzare il sistema immunitario. Il consumo regolare di arance può essere un ottimo rimedio per prevenire raffreddore e influenza. La vitamina C rende più efficaci i macrofagi, le cellule immunitarie che “si cibano” dei batteri e dei virus che aggrediscono l’organismo.

2 – Kiwi. Oltre ad avere un contenuto di vitamina C superiore agli agrumi, questo frutto contiene molta fibra prebiotica, il nutrimento preferito dei batteri “buoni”, i prebiotici.

3 – Melagrana. Il frutto simbolo dell’autunno è particolarmente ricco di acido ellagico, un composto fenolico ad alta capacità protettiva. Inoltre, contiene elevate quantità di antiossidanti come flavonoidi, tannini, alcaloidi e vitamine A, B e C, sostanze apprezzate per le proprietà diuretiche, antinfiammatorie e disinfettanti.

4 – Curry. Il curry è in realtà una miscela di spezie, con ricette variabili che però comprendono sempre curcuma e zenzero. Tali spezie, secondo studi recenti, potrebbero giocare un ruolo utile nel potenziare il sistema immunitario. Insaporire i piatti con il curry è quindi un’ottima strategia!

5 – Sardine. Insieme a tutti gli altri pesci azzurri, le sardine risultano tra gli alimenti più ricchi di ìn vitamina D. Quindi, in questa stagione, possono avere un ruolo interessante perché tale vitamina è molto importante per le nostre difese immunitarie. In particolare, aiuta a proteggerci dalle infezioni respiratorie.

6 – Funghi shiitake e maitake. Sono due funghi della tradizione giapponese, utilizzati da millenni nelle ricette culinarie cinesi e giapponesi, ma da decenni anche in quelle occidentali. Contengono sostanze che svolgono un’azione stimolante specifica sul sistema immunitario. Si acquistano essiccati nei negozi di alimenti naturali oppure si possono assumere sotto forma di integratori.

7 – Topinambur. Questo tubero ha un elevato contenuto di inulina, fibra prebiotica molto utile soprattutto per la crescita dei bifidobatteri (una tipologia di batteri buoni) e per la riduzione dei microrganismi nocivi all’interno del colon. Tuttavia, attenzione alla quantità perché in dosi eccessive potrebbe causare gas e gonfiore di stomaco, soprattutto in soggetti sensibili.

8 – Polline. Aiutiamo le nostre difese anche con questo semplice stratagemma. Aggiungiamo alle nostre insalate un cucchiaino di polline secco o, in alternativa, aggiungerlo allo yogurt. Reperibile in tutte le erboristerie, il polline ci fornisce:

  • vitamine (C e del gruppo B)
  • acido folico
  • minerali (magnesio, potassio, zinco)
  • antiossidanti (carotenoidi e flavonoidi).

È un validissimo aiuto per il  sistema immunitario: una sorta antidoto contro i mali di stagione!

Ancora indeciso sul tipo di attività da praticare per la stagione sportiva 2020/2021? Nessun problema Aqvaworld Wellness Luxury Club, dal 21 al 26 settembre organizza una Open Week in cui ti da la possibilità di provare, grazie a un ricco palinsesto, le attività che preferisci tra Group Cycling, Pallanuoto, Acquafitness, Nuoto Adulti, Sala Fitness, FitMoving (la nuota disciplina introdotta quest’anno) e Gym Vacular.

COME FUNZIONERÀ? Durante quella settimana avrai la possibilità di provare SOLTANTO 2 PROVE GRATUITE e accedere ai nostri servizi altrettanto gratuitamente.

La prenotazione la potrai effettuare tramite Whatsapp al numero 0835/1973570.

Ecco il ricco palinsesto pensato per te

Orari-1 OPEN WEEK AQVAWORLD WELLNESS LUXURY CLUB

È un dilemma che affligge molti di noi: prima dell’allenamento sport è giusto saltare il pasto sì o no? La maggior parte lo fa eppure sembrerebbe un errore: mangiare prima di un intenso workout in palestra può aiutare a ottenere risultati migliori. Ma è necessario anche mangiare i giusti cibi. Se vi dovete dedicare a un’ora di allenamento più intenso, gli esperti raccomandano di fare attenzione alle vostre riserve prima di iniziare. L’opzione migliore in questi casi è quella di includere alcuni prodotti che contengano proteine, un po’ di grassi e alcuni carboidrati.
Se fate uno spuntino qualche minuto prima di iniziare l’allenamento, il vostro corpo si concentrerà sulla digestione di questi alimenti e non li utilizzerà come carburante per l’allenamento. Quindi, dovreste cercare di mangiare almeno un’ora prima del workout.

Ecco qui di seguito i nostri consigli su 10 alimenti che vi daranno l’energia di cui avete bisogno durante l’attività sportiva.

1. Centrifugati di verdura rinfrescanti

Se volete essere pieni di energia, i nutrizionisti vi consigliano di puntare tutto sulle verdure. Un succo di verdura verde rinfrescante prima dell’allenamento è infatti una sana iniezione di energia.

Si può anche mescolare la verdura con un po’ di frutta, ad esempio mezza banana, ma lasciatevi ispirare da gusti che preferite per creare un mix energizzante e sano.

2. I carboidrati giusti

No, i carboidrati non sono il tuo nemico.È chiaro che non stiamo parlando di cibi fritti o di grassi saturi, ovvimente. Ricordate che gli alimenti con “grassi buoni” ci daranno l’energia necessaria per superare qualsiasi allenamento. Il glucosio è infatti la più grande fonte di energia. Quindi, prima di allenarti duramente, scegli tra una di queste opzioni:

  • una banana
  • una mela
  • frullato di frutta (circa 300 ml).

3. Semi di chia

I semi d chia hanno molti benefici per la salute. Secondo alcuni esperti, sono ricchi di:

  • Omega-3 acidi grassi,
  • Fibra,
  • proteine,
  • calcio.

Inoltre sono idrofili, assorbono l’acqua facilmente, mantenendo alto il vostro livello di idratazione durante l’allenamento. Non preoccupatevi, non dovete mangiare una manciata di questi semi per vedere i benefici: basta aggiungerne un po’ a uno dei tuoi succhi preferiti.

4. Il cavolo

Il cavolo è un altro alimento ottimo da assumere prima di fare sport. Questo cibo è infatti una straordinaria fonte di nutrienti. Inoltre, è a basso contenuto calorico ma è ricco di:

  • calcio,
  • vitamina A
  • vitamina K

Questi complementi sono necessari per:

  • favorire buona circolazione,
  • migliorare le nostre difese,
  • rendere le ossa più forti.

Sì, lo sappiamo, non è un alimento semplicissimo da mangiare, ma provate a mescolarlo all’interno di un centrifugato di verdure a cuocerlo al forno. Potreste anche stupirvi del suo sapore piacevole…

5. Cibi contro i crampi muscolari

I crampi sono spesso un problema per chi si allena, ma si tratta di un problema a cui si può facilemnte porre rimedio, prendendo l’abitudine di mangiare cibi specifici prima di fare sport. Gli alimenti ricchi di elettroliti – calcio, potassio e magnesio – possono infatti aiutare a prevenire i crampi muscolari. Alcuni esempi di alimenti che contengono queste sostanze nutritive sono:

  • pane integrale,
  • le banane,
  • le patate dolci,
  • lo yogurt,
  • i semi,
  • le nocciole,
  • le noci,
  • germogli di grano,
  • i fagioli bianchi.

Sapevate che si possono combinare molti di questi prodotti in un delizioso yogurt greco con germogli di grano, alcuni pezzi di banana e qualche noce?

6. Avocado

Se sei un amante dell’avocado, non hai bisogno di altre scuse per aggiungerlo alla tua dieta.
È ricco di grassi buoni, vitamina B e magnesio. Non solo è delizioso per preparare il guacamole, ma è anche ottimo da aggiungere alle insalate o da gustare su fette di pane integrale insieme ad altri ingredienti sani. Irresistibile!

7. Spuntini naturali e ricchi di sostanze nutritive

Come sapete, il cibo industriale non è il modo migliore per assicurarsi una dieta sana. Niente di meglio di prodotti natural, ricchi di sostanze nutritive, per garantire benessere al proprio organismo. Gli alimenti naturali offrono molti vantaggi e sono privi di calorie, prodotti chimici o additivi. Una delle principali indicazioni degli scienziati in merito è quella di mangiare cibi naturali, soprattutto verdure a foglie verdi che sono ricche:

  • Vitamina A,
  • Vitamina C,
  • ferro
  • calcio.

Ma non dobbiamo dimenticare anche gli altri tipi di verdure: forniranno al vostro corpo un carico essenziale di vitamine, minerali, antiossidanti ed energia pura.

8. Il the verde

Se il vostro metabolismo è lento, provate a bere the verde al posto del caffè ogni mattina. Rimarrete sorpresi dai meravigliosi effetti che queso speciale tè avrà sul vostro corpo. Numerosi studi garantiscono infatti che quattro o cinque tazze di tè verde al giorno aiutano il sistema immunitario e accelerano il metabolismo.

9. Un mini antipasto

Se la cucina non è il vostro forte e avete bisogno di altre idee per includere tutte le sostanze nutritive nei pasti che mangiate, prima dell’allenamento, ecco alcuni suggerimenti per dei mini antipasti energici e sani,, perfetti come pre-allenamento:

  • Uovo sodo e hummus,
  • Una fetta di pane di semi integrale con un cucchiaino di margarina biologica,
  • Una banana frullata con semi di girasole,
  • 150 ml di yogurt greco con due cucchiaini di semi di chia e una tazza di fragole.

10. Barrette con cereali di grani o semi

Si esce dal lavoro e si ha appena il tempo di fermarsi a casa prima di andare in palestra. Potete optare per barrette ipocaloriche che contengono cereali, frutta o semi, senza additivi artificiali.

Lo sport è un mezzo molto efficace per combattere l’ansia: muoversi aiuta a rinfrescarsi le idee a svuotare la mente e non solo!

Infatti, fare sport stimola la produzione di endorfine, le molecole del benessere che ti assicurano serenità, ma anche buonumore e notti serene. Le endorfine intervengono come co-fattori nella regolazione dell’umore, quindi più il meccanismo naturale  del piacere è stimolato dallo sport e più diventi aperto alle esperienze delle vita e progressivamente affronti le situazioni con più distacco anche quando attraversi un momento “no”.

Praticando sport, il corpo si abitua ad un “sano stress” e diventa quindi più resistente al “vero stress” che ti rende negativo, stanco e nervoso. I ricercatori dell’Università dell’Arizona hanno dimostrato che chi pratica regolarmente sport, produce meno adrenalina (ormone dello stress) di una persona sedentaria. Ma quali sono gli sport più efficaci?

Scopri quale sport è adatto a te!

1 – Gli sport cardio: una stanchezza che ti rilassa

Sport cardio: quali sono

  • Corsa moderata  
  • salto alla corda
  • aerobica
  • bicicletta
  • camminata veloce.

Sport cardio: i benefici per la mente

Fanno lavorare tutto il corpo e il tuo sistema cardiovascolare procurandoti una “sana stanchezza” muscolare. In più provocano, se praticati ad andatura moderata, il rilascio di endorfine. I ricercatori della Duke Universit hanno dimostrato che correre per 40 minuti aumenta la produzione di serotonina che regola l’umore.

Sport cardio: per chi

Per tutte le persone che pensano troppo o che hanno bisogno di sfogarsi, quelle che hanno un carattere esplosivo o che hanno la tendenza ad essere negativi o depressi.

Raccomandazioni

Mentre corri o pedali, prova a cacciare i pensieri negativi e concentrati sul paesaggio o sulla tua play-list per evadere e sentire meglio i benefici.

2 – Sport acquatici per rilassare il tuo corpo

Sport acquatici

Benefici

Piacevoli perché praticati in acqua tiepida, gli sport acquatici favoriscono il rilassamento del corpo facendolo lavorare molto più intensamente di quello che sembra!

La resistenza dell’acqua aumenta il lavoro del cuore e dei muscoli e come premio effettua un massaggio corporeo. Risultato? Esci dall’acqua con i muscoli rilassati e la testa sgombra di pensieri grazie alla maggiore produzione di serotonina.

Per chi

Per le persone tese o agitate, per chi ha la tendenza a sgranocchiare tra un pasto e l’altro e che soffre di fame nervosa, per chi ha problemi di insonnia.

Raccomandazioni

La condizione sine qua non per praticare uno sport acquatico è amare l’acqua! Se temi di annoiarti dopo qualche lunghezza, puoi alternare le attività acquatiche (fare per esempio, un corso di acquagym + 10-15 lunghezze di rana o dorso per allungare i muscoli).

3 – Sport meditativi per calmare la tua mente

Sport meditativi

  • yoga
  • tai-chi-chuan
  • arti marziali.

Benefici

Sono basate sulla respirazione  e la ricerca della precisione nell’eseguire la posizione. Come la meditazione, procurano dei benefici legati ad una migliore gestione dell’ansia grazie all’abbassamento dei livelli del cortisolo, del ritmo cardiaco e della pressione arteriosa. Il corpo ritrova elasticità e mobilità ma non solo: queste discipline procurano un senso di pace interiore dando la possibilità di vedere con un altro occhio i problemi.

Sport meditativi: a chi sono adatti

Per chi odia la competizione, per chi ha problemi di costanza e di motivazione, per chi sta per scoppiare, per chi soffre di crampi notturni o ha tensioni muscolari legate allo stress.

Raccomandazioni

Non c’è età per iniziare!

È innegabile come il mondo del fitness abbia subito un duro colpo a seguito del Covid19. Palestre e piscine sono state tra le prime attività a dover chiudere da un giorno all’altro e spesso additate come luoghi di pericolosi assembramenti. La chiusura, che si è protratta per 3 lunghi mesi, ha determinato una perdita importante di incassi, nonché un potenziale rischio di disaffezione degli utenti. Poi la riapertura, che se da un lato segna un momento importante di ripresa, dall’altro avviene purtroppo in quella fase dell’anno notoriamente più difficile per il mercato del fitness, ovvero l’inizio dell’estate.

Il 2020 sarà ricordato come un anno abbastanza catastrofico sotto più punti di vista e segnerà uno spartiacque importante su quella che prima di allora era un’economia forte e fiorente basata sui sani principi di un benessere psicofisico dato dalla pratica dell’attività sportiva.

La nuova stagione che è alle porte sarà la prima post Covid; sarà (ci auguriamo!) un momento di rinascita in una psuedo-normalità.

Fatta questa premessa non dobbiamo dimenticarci che quei lunghissimi e bui giorni di lockdown ci hanno portato alla sedentarietà, alle cattive abitudini, e ci hanno allontanato da quello che era un concetto di healthy lifestyle che praticavamo all’ordine del giorno, dimenticando l’importanza sia del mangiar sano, ma soprattutto, dell’importanza dell’attività fisica.

Per migliorare lo stato di salute si deve essere fisicamente attivi, adottando, per l’appunto, uno stile di vita corretto. Mantenere il proprio stato di  salute significa anticipare l’insorgenza di patologie gravi come l’ipertensione, le malattie cardiovascolari, l’ictus e il diabete o riuscire comunque a limitarne i danni in tempo. L’attività fisica ha il grande pregio di essere uno strumento di prevenzione, oltre a rendere la vita quotidiana efficiente, migliorando i livelli di forza, resistenza, flessibilità e benessere.

Le principali tipologie di attività fisica

L’esercizio fisico non è certo tutto uguale e ad ogni tipologia corrisponde uno specifico beneficio. Le tre tipologie principali di attività fisica sono quella aerobica, quella anaerobicail rinforzo muscolare e lo stretching.

L’esercizio anaerobico è ideale per aumentare il tono muscolare e la massa magra, si svolge principalmente in palestra attraverso pesi liberi o macchinari isotonici. L’attività fisica aerobica stimola l’apparato cardiorespiratorio e migliora il metabolismo: in questo senso nulla è meglio di una bella corsa o di una nuotata. Il rinforzo muscolare aiuta poi a mantenere i muscoli efficienti, in modo da essere pronti ai sovraccarichi, sia in palestra che nella vita quotidiana. Lo stretching infine riduce il rischio di infortuni e traumi in quanto migliora l’elasticità e stabilizza la postura. Se non si ama la sala fitness un ottimo rimedio è il nuoto. Lo sport più completo al mondo perché utilizza tutta la muscolatura, è  ottimo anche per chi è in sovrappeso perché, nonostante i chili, il carico sulle articolazioni è quasi nullo. Questa è fisica pura e Archimede l’ha dimostrato: immerso, il corpo in assenza di gravità è sollevato dell’ 80% del tuo peso. Il risultato è che nell’acqua proteggi le tue articolazioni, i tendini e la schiena.

Prevenzione e attività fisica

Di prevenzione si parla molto negli ultimi anni, soprattutto di quella collegata allo sport: innumerevoli sono gli studi che hanno dimostrato l’importanza dell’esercizio fisico per il benessere del corpo e della mente. La prevenzione agisce su livelli diversi: in prima istanza evita l’insorgere di una patologia, ma se la patologia viene diagnosticata, la prevenzione aiuta nella diagnosi allo stadio iniziale e nella risoluzione con limitate complicazioni.

Per quanto riguarda la prevenzione primaria, svolgere una sana e regolare attività fisica, abbinata ad un’alimentazione equilibrata, significa guadagnare uno stato di salute migliore da un punto di vista qualitativo. Nel caso in cui una patologia sia già in corso nel soggetto, l’attività fisica interviene in maniera “riparatoria”, come nel caso di sovrappeso o ipertensione arteriosa. Il movimento in questo caso può essere utilizzato come vera e propria terapia di riabilitazione.

Benefici attività fisica regolare

Quali sono quindi i principali benefici dell’attività fisica? Il movimento giova a tantissime funzioni del nostro corpo e della nostra psiche, a livello cardiovascolare, muscoloscheletrico, metabolico e psicologico.

I principali benefici del movimento fisico sono:

  • Miglioramento dell’apparato cardiovascolare: l’attività fisica può ridurre la frequenza cardiaca, migliorando l’elasticità dei vasi sanguigni e contribuendo amantenere bassa la pressione arteriosa.
  • Apparato muscoloscheletrico più forte: incrementando la massa muscolare e ossea si guadagna in forza e flessibilità muscolare, difendendosi contro l’osteoporosi. Il movimento è inoltre in grado di prevenire cadute e infortuni nei soggetti più anziani.
  • Metabolismo migliore: la massa grassa si riduce ed aumenta la massa magra, il consumo energetico aumenta, favorendo il controllo del peso corporeo e sconfiggendo così il sovrappeso.
  • Benefici psicologici: lo sport è ottimismo e misurazione con i propri limiti. Prendere parte a gruppi sportivi consente inoltre di sviluppare relazioni sociali e favorisce l’inclusione.

Le nostre attività sono incominciate da martedì 1 settembre. Tante le novità a partire dai nuovi cosi come il Fitmoving all’implementazione delle misure di sicurezza. Noi siamo prontissimi e tu sei pronto ad affrontare la nuova stagione con Aqvaworld Luxury Club?

I mesi primaverili che abbiamo vissuto ci hanno portato a mangiare di più, ci hanno impigrito e ci hanno portato ad allenarci sempre meno. Ora è tempo di sole, relax, mare abbiamo voglia di tornare all’aria aperta, tuttavia per i fitness addicted che hanno ripreso ad allenarsi e che non vogliono rinunciare alla tonificazione muscolare nemmeno stando in spiaggia un rimedio c’è: basta praticare qualche esercizio in acqua, sfruttando la naturale azione rimodellante per ottenere risultati faticando la metà. Una variante ancora più efficace è camminare immerso nell’acqua fino a metà polpaccio, eseguendo ampie falcate: la resistenza dell’acqua associata all’instabilità della sabbia modellerà le vostre gambe senza che fare un grosso sforzo. Per far lavorare polpacci, cosce e cintura addominale, passeggiate per almeno una ventina di minuti. Questo è ovviamente un consiglio più per le donne che vogliono una silhoutte tonica, ma quale migliore allenamento di una bella nuotata di 60 minuti no stop!

Tonificazione muscolare in mare, per mettere insieme sport e relax

A differenza di quanto pensiate, l‘estate è il momento ideale per la tonificazione muscolare. Infatti, complice la brezza marina e la naturale azione rimodellante dell’acqua di mare, al mare è facile ottenere risultati faticando la metà! Se volete un corpo da sirena, proprio come quello di chi pratica il nuoto sincronizzato abbandonate la sedia a sdraio, entrate in acqua e immaginate di essere una di loro: pensate ad una musica che accompagni i movimenti e iniziate l’allenamento. A fine agosto vi ritroverete con un corpo tonico.

Ecco come allenarsi al mare con semplici esercizi per tonificare, braccia, gambe, seno e glutei.

  1. Esercizio per gambe toniche. Fate in modo che l’acqua arrivi a metà polpaccio. Passeggiate con disinvoltura e, ogni tanto, accelerate. Proseguite l’esercizio per 20 minuti.
  2. Braccia e pettorali. Immerse nell’acqua con le gambe ferme, simulate con le braccia il movimento della nuotata a rana spingendo acqua verso l’esterno e poi verso l’interno con le mani a paletta. Tenete la pancia in dentro e i glutei attivi. Più velocemente, eseguirete il movimento, più l’esercizio sarà efficace in quanto sfrutterete la resistenza dell’acqua come carico. Eseguite 5 serie da 20.
  3. Esercizio per rassodare i glutei. Entrate in acqua fino al petto e correte all’indietro a piccoli passi aumentando la velocità. Le braccia devono seguire il movimento delle gambe. Ripetete l’esercizio per 5 minuti.
  4. Gli obliqui. Appoggiate le braccia su un materassino e lasciate le gambe in galleggiamento in acqua. Piegate le gambe portandole al petto e distendetele mandandole verso l’angolo destro del materassino, poi riportatele al petto e mandandole a sinistra. Ripetete il movimento per 20 volte e poi recuperate per qualche minuto. Eseguite 5 serie da 20.

È arrivata l’estate. È il momento delle vacanze, del relax, di staccare la spina. Che sia al mare, in montagna, al lago o in collina immersi nella natura. È bello quindi stare all’aria aperta e soprattutto al sole. Ma cosa succede quando ci si espone ai raggi solari?

Cosa sono i raggi ultravioletti (UV)

È il sole la sorgente dei raggi ultravioletti, che si dividono in tre tipi: UVA, UVB e UVC. Quelli che raggiungono la superficie terrestre sono gli UVA e, in piccola parte, gli UVB. Gli UVC, invece, sono totalmente assorbiti dall’atmosfera. Inoltre, i livelli di UV aumentano se cresce l’altitudine e l’altezza del sole (specialmente verso mezzogiorno nei mesi estivi). Gli altri elementi ambientali che regolano i livelli di UV sono, invece, lo strato di ozono e la capacità riflettente della superficie terrestre. Ad esempio, la neve riflette circa l’80% delle radiazioni UV, la sabbia della spiaggia circa il 15% e la schiuma del mare il 25%.

La cute

La nostra pelle è composta di due strati. C’è l’epidermide, che è la parte a contatto con l’esterno. Poi quello più profondo, composto dal derma e ipoderma. L’epidermide è poi divisa a sua volta in altri strati composti da cellule dette cheratinociti, tra le quali si trova un altro tipo di cellule, i melanociti. Questi ultimi si trovano nel livello più profondo dell’epidermide e ognuno è circondato da circa 36 cheratinociti. I melanociti presentano poi dei “dendriti”, ossia dei prolungamenti che circondano i cheratinociti, permettendo il contatto fra le cellule. La loro funzione principale è produrre un pigmento, la melanina. Grazie ai dendriti, quindi, la melanina è gradualmente trasportata verso i cheratinociti. Il colore della pelle, dei capelli e degli occhi dipende in buona sostanza da questo meccanismo.

Perché ci si abbronza?

Il colore della cute è quindi determinato geneticamente. Quando la pelle esposta al sole non è protetta, si attivano dei segnali molecolari che innescano i melanociti, stimolando la produzione di melanina e il suo trasferimento ai cheratinociti. Questo meccanismo, pertanto, ci protegge dai danni dei raggi ultravioletti: i granuli pieni di melanina, infatti, si dispongono attorno al nucleo dei cheratinociti prevenendo i danni che la luce del sole arrecherebbe al DNA di queste cellule. Il colore che assume la cute dopo l’esposizione al sole dipende allora dalla quantità di melanina prodotta dal nostro organismo. Più la pelle è chiara più la produzione è minore e viceversa.

L’abbronzatura, dunque, è un meccanismo evolutivo di protezione nei confronti della luce solare. Oggi è diventato solo un fattore estetico, ma è fondamentale proteggersi dai danni da eccessiva esposizione al sole e limitarla. Più tempo si passa sotto il sol leone e più aumenta il rischio di melanomi o tumori della cute, senza contare l’invecchiamento precoce della pelle. I raggi UVA, infatti, sono in grado di causare una mutazione delle cellule epiteliali in cellule tumorali.

Mantenere una pelle giovane

Secondo alcune ricerche, chi protegge la propria pelle dalle radiazioni ultraviolette dimostra circa quattro anni in meno rispetto alla propria età. Creme solari, cappelli e occhiali da sole sono quindi fondamentali. Non dimentichiamoci però anche del sole “in città”, quando passeggiamo, andiamo al lavoro o aspettiamo un autobus.

Le creme solari, poi, oltre a proteggerci dal sole hanno anche una funzione idratante. Contengono sostanze ad azione ristrutturante sul DNA cellulare.

Altri accorgimenti da adottare sono:

  • limitare il più possibile l’esposizione nelle ore più calde, tra le 10 e le 14;
  • stare all’ombra nelle ore più calde;
  • indossare vestiti protettivi;
  • usare creme solari protettive (almeno +15), applicandole ogni due ore, oppure dopo aver nuotato o fatto attività fisica all’aperto. Le creme solari non servono per stare di più al sole, ma per proteggersi quando l’esposizione è inevitabile;
  • Evitare l’uso di lampade o lettini abbronzanti.

E allora dopo questi accorgimenti quale migliore occasione per abbronzarsi in totale sicurezza sul solarium del Club Aqvaworld con piscina di acqua salata con area Lounge 88th Street. Il nostro Soalrium è aperto dal mertedì alla domenica dalle 09:00 alle 20:00 con prenotazione obbilagotria.

Fonti per la stesura dell’articolo:

Medical Fact
Il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica dell’Istituto superiore di sanità

Il rooftop dedicato al sole, al relax, alle calde giornate estive non ti abbandona, se non vai in vacanza e non vuoi nemmeno stressarti con estenuanti code di traffico per il mare, Aqvaworld Wellness Luxury Club non ti lascia solo proprio ad agosto: il nostro Solarium sarà sempre aperto, ad eccezione del lunedì, dalle 09:30 alle 20:00 con l’area Lounge 88th Street sempre a tua disposione per prepararti ottimi estratti, pranzi light, colazioni homemade e happy hour in compagnia dei tuoi cari.

Al Solarium si accede con prenotazione obbligatoria chiamando la nostra reception o inviando un whatsapp e si accede muniti di mascherina. I listini sono visibili cliccando QUI .

Ricordiamo, infine, che il Club Aqvaworld il lunedì sarà CHIUSO.

Sono passati quasi due mesi e mezzo dalla chiusura obbligata del nostro Club, ma finalmente qualcosa sembra muoversi e si intravede la possibilità di riapertura.

Certo le modalità con cui si potrà procedere sono ancora interpretative, ma sicuramente dovremo fare i conti con un cambio radicale nelle abitudini legate al Fitness e al Wellness.

Siamo tutti consapevoli che ormai il concetto di Fitness & Wellness  è mutato radicalmente: ora ci sarà più sicurezza e distanziamento sociale. Sin da quando il Club ha aperto, abbiamo avuto una grande sensibilità verso la propria e altrui sicurezza in termini di salute e prevenzione, sensibilità che abbiamo diffuso costantemente, ma mai come in questo momento siamo certi che tutti i nostri soci mireranno ancora di più alla sicurezza della propria e dell’altrui salute, e questo ci accompagnerà per sempre.

Ci siamo attivati per adeguarci alle disposizioni del DCPM per essere, come sempre, nella legalità che ci contraddistingue e risponderemo e cercheremo di dare una risposta a tutte le domande che tutti i soci ci porranno, cercando di trovare una soluzione insieme che vada bene per tutti.

Cosa stiamo facendo per adeguarci alle norme vigenti e come funzionerà

  • social-distancing RipartiamoDISTANZIAMENTO SOCIALE:
    Predisposizione degli ambienti incoraggiando il più possibile pratiche in grado di ridurre al minimo indispensabile il contatto tra le persone.
  • online-booking RipartiamoACCESSO SU PRENOTAZIONE:
    Gestione degli accessi in sala fitness o in piscina con prenotazione obbligatoria, esattamente come avviene per i corsi o gli appuntamenti di personal trainer.
  • access-control RipartiamoCONTROLLO DEGLI ACCESSI E DELLE USCITE:
    Monitoraggio del numero di persone presenti all’interno della struttura grazie al controllo accessi dei software gestionali che sono predisposti anche per un conteggio delle letture in entrata e uscita, come ad esempio avviene nei parcheggi.
  • infrared-thermometer RipartiamoCONTROLLO DELLA TEMPERATURA E MASCHERINA:
    All’ingresso del Club, sarà presente un Termoscanner, con tutti gli accessori DPI per misurare la temperatura degli utenti del nostro personale. Gli accessori DPI verificheranno anche se gli utenti indosseranno o meno la mascherina.  Per il settore del fitness, non è obbligatoria la misurazione della temperatura, tuttavia vogliamo  garantire la massima sicurezza.
  • autocertificazione RipartiamoAUTOCERTIFICAZIONE:
    Solo per il primo accesso vi chiederemo la compilazione di un’autocertificazione per garantire a tutti la massima protezione, non indispensabile per questo settore, ma è una regola interna.
  • beach RipartiamoRIVALUTAZIONE DEGLI SPAZI ESTERNI:
    Ampliamento dell’area esterna in terrazzo dove è presente il solarium con molto più spazio a disposizione e con l’aggiunta di attività per il fitness.
  • webinars RipartiamoFRUIZIONE ONLINE E FRUIZIONE ON SITE DELLE LEZIONI:
    Per chi vuole restare a casa fitness digitale partecipando a videocorsi registrati o a dirette delle lezioni attraverso app dedicate  con un’APP unica che permette sia la prenotazione e pagamento dei servizi che la visualizzazione della propria scheda di allenamento e diario alimentare.
  • payment RipartiamoACQUISTI E PAGAMENTI ONLINE:
    La sicurezza dei pagamenti online, su sistemi di e-commerce sicuri e collaudati,  è garantita da piattaforme affidabili di pagamento digitale e rende autonomo il cliente per acquisti, rinnovi e pagamenti.
  • withdraw RipartiamoCASSE AUTOMATICHE E SELF-SERVICE:
    E per gli utenti più diffidenti e restii a fornire i dati della propria carta di credito o a effettuare pagamenti online? Niente paura, anche loro possono ridurre il contatto con un cassiere e la manipolazione del contante, attraverso strumenti quali le casse automatiche self-service.
  • contratti-digitali RipartiamoCONTRATTUALISTICA DIGITALE:
    La contrattualistica digitale, che prevede la compilazione dei dati anagrafici, la scelta del pacchetto e la firma del contratto digitale direttamente dal tablet, favorisce il rispetto delle distanze di sicurezza senza negare il contatto umano in fase di acquisto.
  • disinfectant RipartiamoSICUREZZA DEGLI AMBIENTI COSTANTE
    Sistema di sanificazione attiva con generatore di fotocatalisi inserito in ogni unità di trattamento aria, per la sanificazione in continuo degli impianti.
    Miglioramenti di tutte le aree utilizzando, laddove è possibile, materiali antibatterici.
  • cleaning RipartiamoSANIFICAZIONE PREVENTIVA
    Trattamento di tutte le aree in più riprese con ipoclorito con azienda specializzata e rilascio di ozono.
  • staff RipartiamoSICUREZZA E FORMAZIONE  DELLO STAFF:
    Chiarito che pensare al proprio business, e adattarlo alla sicurezza dei propri utenti, è un interesse fondamentale per ogni imprenditore, non va però dimenticata l’importanza della sicurezza dello staff con una giusta formazione secondo il protocollo del Club e del decreto legge.

Cosa faremo da giovedì 28 maggio

Saranno aperti esclusivamente gli uffici di segreteria e il desk dal lunedì al sabato dalle 9.00 alle 18.00 per rispondere alle vostre domande:

  • check RipartiamoPer gli abbonamenti pagati e non goduti; 
  • check RipartiamoPer concedervi una serie di agevolazioni e vantaggi;
  • check RipartiamoPer proporvi di diventare ambassador e sostenitori dello sport;
  • check RipartiamoPer programmare il nostro e il vostro futuro nel Club, se lo riterrete opportuno;
  • check RipartiamoPer ascoltare i vostri pareri e i vostri consigli;
  • check RipartiamoPer farvi notare quello che abbiamo fatto e quello che faremo ancora;
  • check RipartiamoPer vederci e sorridere insieme, per la fortuna di incontrarci ancora;

Perché la vita non si spiega si vive

Pirandello

Non appena possibile, ricominciamo all’aperto con:

  • check Ripartiamoattività di Acquagym;
  • check Ripartiamoattività di Fitness;
  • check Ripartiamoattività di Group Cycling;
  • check Ripartiamoarea lounge food & beverage;
  • check Ripartiamozona Solarium per il relax.

Per qualsiasi altra informazione si prega di contattare il numero 0835.1973570

La Direzione Aqvaworld

In questi ultimi giorni, e soprattutto con il caldo alle porte, si sta sentendo parlare delle regole di misure di igiene e distanziamento di ombrelloni e lettini che gli stabilimenti balneari dovranno adottare e permettere a quelle persone, nonostante la crisi economica provocata dalla emergenza sanitaria, di concedersi la fortuna di godersi la vacanza in sicurezza. Tuttavia la voglia di acqua, di un tuffo, di nuotare crediamo non manchi a nessuno, soprattutto a chi era già abituato a frequentare regolarmente un corso di nuoto: beh se pensiamo proprio alla piscina in sé lo scenario cambia. Nell’acqua, infatti, c’è il cloro che, come spiegano gli esperti, uccide i germi.

A tal proposito è stato stilato un documento congiunto, redatto da Inail e Istituto superiore di sanità, con indicazioni sulla balneazione. Ma considerando che la situazione è in continua evoluzione è bene sottolineare che le norme possono essere aggiornate in qualunque momento. <<Ma una cosa è certa, indossare la mascherina in acqua sarebbe inutile, anzi ridicolo – ha affermato Marco Tinelli, specialista del direttivo della Società italiana malattie infettive (Simit) – perché, rispettando la distanza la balneazione avviene già in sicurezza, il virus in acqua verrebbe subito inattivato dal cloro. Le norme direbbero 7 metri quadrati per persona, nella vasca, ma occorre appellarsi anche al buon senso. Di certo sono improponibili quei sovraffollamenti che si vedevano una volta>>.

Lo stesso Tinelli ha anche spiegato che la guardia alta la dovranno mantenere anche i gestori. Questi ultimi, infatti, saranno obbligati ad incrementare le misure di igiene e prevenzione seguendo le indicazioni ministeriali. <<Ad esempio- ha aggiunto – la clorazione dell’acqua sarà mantenuta costante. Nel regolare l’accesso alla struttura occorrerà confidare sul senso di responsabilità degli utenti. Chi ha segni di malessere, o ha avuto contatti con persone infette, deve stare alla larga. Potrà capitare, all’ingresso nei centri attrezzati, di essere sottoposti al termoscanner, per controllare la temperatura corporea prima di entrare>>.

Quindi, relax in piscina sì ma le con le dovute accortezze. Un regolamento dettagliato è stato stilato dalla Fin, la Federazione italiana nuoto, che ha anche raccomandato ai gestori degli impianti di esporre pannelli esplicativi nelle strutture con le norme di comportamento da seguire. “In questa fase incerta e transitoria – si legge nel documento – andrà previsto un sistema di autocontrollo igienico-sanitario più restrittivo rispetto alle attuali norme, peraltro già molto accurate. Le piscine italiane sono ambienti da considerare salubri, tanto che non si registrano casi di epidemie di alcun tipo originate o amplificate da impianti natatori gestiti secondo le regole”.

Fonte: Il Giornale