Gentili clienti, nel rispetto delle norme emanate dal DPCM del 25 ottobre 2020, tutte le attività del Club Aqvaworld sono sospese fino al 24 novembre 2020.

Vi informiamo che la nostra segreteria è aperta dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 19:00 e il servizio clienti attivo al numero 0835/1973570.

A tutti gli abbonamenti sarà prorogata la data di scadenza di un mese. Lo staff del Club Aqvaworld si sta adoperando per pubblicare, nei prossimi giorni, un planning di attività in diretta streaming.

Consapevoli e amareggiati per la situazione restiamo fiuciosi in una imminente riapertura.

Praticare esercizi per la mobilità articolare non è un aspetto da sottovalutare: al contrario è di fondamentale importanza in quanto la loro pratica è sinonimo di agilità e benessere fisico, prevengono squilibri e sporattutto rigidità muscolare.

Infatti, basta una sola articolazione bloccata o dolorante per creare disfunzioni in altre parti del corpo che andranno così in compensazione. Per questo motivo gli esercizi per la mobilità articolare sono essenziali per la nostra capacità di movimento. Potremmo anche essere molto forti ma, se le nostre articolazioni non sono in grado di muoversi con naturalezza, i nostri movimenti saranno goffi e grezzi, con il rischio di infortuni.

ATTENZIONE mobilità e flessibilità non vanno confuse. Semplificando al massimo, la mobilità fa riferimento alla capacità di movimento (ampiezza) delle nostre articolazioni. Per flessibilità si intende, invece, la capacità di allungamento che il muscolo può raggiungere.

Partiamo da un presupposto: la mobilità articolare non è riscaldamento ma un particolare allenamento a tutti gli effetti. Ciononostante, alcuni esercizi fondamentali di mobilità articolare possono essere eseguiti al mattino appena svegli, prima di allenarti o la sera per rilassarti e liberarti da stress e tensioni.

Tra questi puoi eseguire:

  1. circonduzione del collo, anca, ginocchia, polsi e caviglie;
  2. crawling (“gattonata”);
  3. down dog al Plank (“posizione del cane a testa in giù” come nella figura).

E tieni a mente sempre alcuni aspetti:

  • esegui i movimenti con calma e gentilezza, non arrivare mai al dolore vero e proprio;
  • ricordati di mantenere la respirazione fluida e coordinata con i movimenti.

La salute del nostro muscolo più importante inizia a tavola. Si sa con certezza ad esempio che una dieta ricca di frutta e verdura e povera di grassi animali possa aiutare ad abbassare il rischio di contrarre malattie cardiovascolari e una dieta varia e attenta è tra i principali modi per il benessere del nostro muscolo più importanti. Ma quali sono i cibi amici del cuore? Eccone alcuni.

VERDURE CON LE FOGLIE VERDI. Spinaci e cavolo sono famosi per i grandi benefici per la nostra salute, grazie a vitamine, sali minerali e antiossidanti. In particolare sono una grande fonte di vitamina K, che aiuta a proteggere le arterie e a impedire la formazione di grumi nel sangue. Contengono anche nitrati, che riducono la pressione sanguigna, rallentano l’invecchiamento delle arterie e migliora la funzionalità del rivestimento dei vasi sanguigni. Un’analisi svolta su 8 studi ha dimostrato che mangiare spesso verdure a foglie verdi fa diminuire del 16% l’incidenza di malattie cardiovascolari.

FARINE INTEGRALI. Pane, pasta e riso integrali, avena, segale, orzo e grano saraceno sono tutti ricchi di fibre che possono aiutare a ridurre il colesterolo cattivo, facendo diminuire il rischio di malattie cardiache. Un’analisi di 45 studi ha confermato che mangiare tre porzioni di farine integrali al giorno faccia abbassare il rischio di questo tipo di patologie.

FRUTTI DI BOSCO. Fragole, mirtilli, ribes e lamponi sono carichi di importanti nutrienti che hanno un ruolo centrale nella salute del nostro cuore. I frutti di bosco sono ricchi soprattutto di antiossidanti come gli antociani, capaci di proteggere contro lo stress ossidativo e l’infiammazione che contribuiscono a sviluppare malattie cardiache. Un’analisi che ha esaminato 22 studi precedenti ha sottolineato come mangiare frutti di bosco sia associato a una riduzione del colesterolo cattivo e della pressione sanguigna oltre di alcuni marker legati ai livelli di infiammazione.

PESCE AZZURRO. I pesci grassi come il salmone, lo sgombro, le sardine e il tonno sono ricchi di Omega 3, un grasso sano che ha molti effetti positivi sul nostro cuore. Uno studio ha dimostrato che mangiare salmone tre volte a settimana per due mesi fa diminuire in modo significativo la pressione sanguigna. Inoltre mangiare pesce grasso spesso fa diminuire il colesterolo, i trigliceridi e i livelli di zuccheri nel sangue. Se non amate mangiare pesce, potete assumere Omega 3 come integratore.

NOCI. Le noci contengono molte fibre e micronutrienti come il magnesio, il rame e il manganese. Diverse ricerche hanno dimostrato che mangiare ogni giorno noci riduce il colesterolo cattivo fino al 16% e abbassa la pressione sanguigna, facendo scendere anche i livelli di infiammazione e lo stress ossidativo.

LEGUMI. I legumi contengono il prezioso amido resistente, che come dice il suo nome resiste alla digestione e viene mangiato dai batteri buoni dell’intestino. Alcuni studi sostengono che l’amido resistente possa migliorare la salute del cuore, facendo diminuire trigliceridi e colesterolo. Inoltre mangiare spesso legumi scendono i valori della pressione sanguigna e quelli dell’infiammazione, che sono entrambi fattori di rischio pericolosi per la nostra salute.

POMODORI. L’antiossidante più importante dei pomodori è il licopene che aiuta a combattere molti problemi, tra cui l’attacco cardiaco e l’ictus. Un’analisi di 25 studi ha confermato che mangiare spesso cibi ricchi di licopene è associato con un ridotto rischio di malattie cardiache e ictus.

MANDORLE. Le mandorle sono ricche di vitamine e minerali cruciali per la salute del cuore. Contengono anche grassi sani e fibre, che aiutano a proteggere la salute cardiaca. Chi mangia spesso mandorle vede diminuire i livelli di colesterolo cattivo.

AGLIO. Di certo non un cibo saportio né amico dell’alito. Tuttavia molte ricerche hanno confermato le potenti capacità mediche dell’aglio, fornite dall’allicina e diversi studi hanno dimostrato che il suo consumo favorisca la discesa della pressione sanguigna, oltre ad abbassare il colesterolo, riducendo il rischio di grumi nel sangue e di ictus.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA. I poteri dell’olio extravergine di oliva, re della dieta mediterranea, sono ormai ben documentate. È particolarmente ricco di antiossidanti che combattono l’infiammazione e fanno diminuire il rischio di sviluppare le malattie croniche. Uno studio ha dimostrato che assumere ogni giorno olio evo dimezza il rischio di morire per malattie cardiovascolari.

Ci sono tanti validi motivi per cui è importante saper nuotare, e uno di questi è sicuramente la sicurezza personale: soprattutto se vi piace andare al mare, in piscina o fare una gita in barca.

Dal punto di vista del benessere fisico, il nuoto è da considerarsi un allenamento completo,  in quanto vengono usati molti muscoli del corpo e di conseguenza viene attivato metabolismo e l’apparato cardiocircolatorio.

L’esercizio in acqua avviene senza gravare in maniera eccessiva sulle articolazioni inoltre nuotando si migliora anche la respirazione. Infine, da non sottovalutare, il potere benefico che il nuoto ha per la nostra mente: nuotare, infatti, favorisce il sonno, aiuta a ridurre lo stress e allevia i sintomi dell’ansia.

Di seguito abbiamo racchiuso i 4 validi motivi che vi convinceranno a praticare un corso di nuoto anche da adulti. Perché per imparare a nuotare non è mai troppo tardi!

  1. Sicurezza personale. Forse è un motivo ovvio ma certamente non banale: dovete innanzi tutto imparare a nuotare per la vostra sicurezza. Prima o poi, nel corso della vita, vi avvicinerete sicuramente all’acqua: potreste andare in crociera o appassionarvi alla pesca, o semplicemente ricevere un’invito ad andare in piscina con i vostri amici. In ognuna di queste situazioni, se l’acqua supera la vostra altezza, sarete sempre, potenzialmente, in pericolo e saper nuotare potrebbe salvarti letteralmente la vita!
  2. Soccorere gli altri. Secondo l’Istituto Superiore della Sanità, ogni anno in Italia muoiono per annegamento circa 400 persone adulte, in pratica più di una al giorno. Se sapete nuotare potreste essere d’aiuto e salvare la vita ad una persona che si trova in difficoltà proprio vicino a voi, in piscina, al lago o al mare. Saper nuotare diventa invece indispensabile se siete genitori o se per lavoro avete a che fare con bambini e giovanissimi, perché è sempre meglio prevenire.
  3. Salute. La maggior parte dei medici concorda sul fatto che il nuoto è una sana forma di esercizio fisico. Il nuoto è infatti un’allenamento completo perché utilizza molti dei muscoli del corpo e ne beneficia il metabolismo e il sistema cardiovascolare. L’acqua, inoltre,fornisce una resistenza naturale e permette di sforzare e caricare meno l’apparato scheletrico.
  4. Piacere. Il piacere di trascorrere del tempo in acqua non ha prezzo. Una nuotata in piscina o in mare in una calda giornata d’estate può aiutare a sentirsi rilassato e fisicamente in forma. L’acqua è quindi un modo per restare in forma, socializzare e fare nuove conoscenze.

Quando si decide finalmente di imparare a nuotare, per prima cosa occorre innanzitutto superare la vergogna e la paura: non c’è alcuna ragione di provare imbarazzo se non si sa ancora nuotare e vedrete che vincere la paura può diventare ben presto una cosa del tutto fattibile.

Il sistema immunitario ci difende dagli attacchi di agenti esterni dannosi, come virus o batteri. È il nostro scudo e protegge la nostre salute.

Tuttavia, lo stress del cambio di stagione, associato al calo delle temperature, può far sì che le nostre difese naturali s’indeboliscano, perciò può essere utile seguire un’alimentazione che aiuti a rinforzarle. Inoltre, è importante sottolineare che anche lo sport aiuta a potenziare il sistema immunitario, purché praticato in modo intelligente ed equilibrato.

Dunque, quali sono i cibi da preferire in questa stagione?

Alimenti ricchi di vitamina C

Innanzitutto alimenti ricchi di vitamina C, utile per proteggere le cellule dall’ossidazione, favorire l’assorbimento del ferro e innalzare le difese immunitarie. Molti alimenti sono ricchi di questa sostanza, non solo gli agrumi (che non devono mancare nei menù autunnali), ma anche i kiwi (che contengono più del doppio di vitamina C rispetto ad arance e pompelmi), la melagrana e le verdure della famiglia delle crucifere, tanto per citarne alcuni.

Gli 8 cibi per rafforzare le tue difese immunitarie

1 – Arance rosse. L’alta concentrazione di vitamina C presente in questo frutto contribuisce a rafforzare il sistema immunitario. Il consumo regolare di arance può essere un ottimo rimedio per prevenire raffreddore e influenza. La vitamina C rende più efficaci i macrofagi, le cellule immunitarie che “si cibano” dei batteri e dei virus che aggrediscono l’organismo.

2 – Kiwi. Oltre ad avere un contenuto di vitamina C superiore agli agrumi, questo frutto contiene molta fibra prebiotica, il nutrimento preferito dei batteri “buoni”, i prebiotici.

3 – Melagrana. Il frutto simbolo dell’autunno è particolarmente ricco di acido ellagico, un composto fenolico ad alta capacità protettiva. Inoltre, contiene elevate quantità di antiossidanti come flavonoidi, tannini, alcaloidi e vitamine A, B e C, sostanze apprezzate per le proprietà diuretiche, antinfiammatorie e disinfettanti.

4 – Curry. Il curry è in realtà una miscela di spezie, con ricette variabili che però comprendono sempre curcuma e zenzero. Tali spezie, secondo studi recenti, potrebbero giocare un ruolo utile nel potenziare il sistema immunitario. Insaporire i piatti con il curry è quindi un’ottima strategia!

5 – Sardine. Insieme a tutti gli altri pesci azzurri, le sardine risultano tra gli alimenti più ricchi di ìn vitamina D. Quindi, in questa stagione, possono avere un ruolo interessante perché tale vitamina è molto importante per le nostre difese immunitarie. In particolare, aiuta a proteggerci dalle infezioni respiratorie.

6 – Funghi shiitake e maitake. Sono due funghi della tradizione giapponese, utilizzati da millenni nelle ricette culinarie cinesi e giapponesi, ma da decenni anche in quelle occidentali. Contengono sostanze che svolgono un’azione stimolante specifica sul sistema immunitario. Si acquistano essiccati nei negozi di alimenti naturali oppure si possono assumere sotto forma di integratori.

7 – Topinambur. Questo tubero ha un elevato contenuto di inulina, fibra prebiotica molto utile soprattutto per la crescita dei bifidobatteri (una tipologia di batteri buoni) e per la riduzione dei microrganismi nocivi all’interno del colon. Tuttavia, attenzione alla quantità perché in dosi eccessive potrebbe causare gas e gonfiore di stomaco, soprattutto in soggetti sensibili.

8 – Polline. Aiutiamo le nostre difese anche con questo semplice stratagemma. Aggiungiamo alle nostre insalate un cucchiaino di polline secco o, in alternativa, aggiungerlo allo yogurt. Reperibile in tutte le erboristerie, il polline ci fornisce:

  • vitamine (C e del gruppo B)
  • acido folico
  • minerali (magnesio, potassio, zinco)
  • antiossidanti (carotenoidi e flavonoidi).

È un validissimo aiuto per il  sistema immunitario: una sorta antidoto contro i mali di stagione!

Ancora indeciso sul tipo di attività da praticare per la stagione sportiva 2020/2021? Nessun problema Aqvaworld Wellness Luxury Club, dal 21 al 26 settembre organizza una Open Week in cui ti da la possibilità di provare, grazie a un ricco palinsesto, le attività che preferisci tra Group Cycling, Pallanuoto, Acquafitness, Nuoto Adulti, Sala Fitness, FitMoving (la nuota disciplina introdotta quest’anno) e Gym Vacular.

COME FUNZIONERÀ? Durante quella settimana avrai la possibilità di provare SOLTANTO 2 PROVE GRATUITE e accedere ai nostri servizi altrettanto gratuitamente.

La prenotazione la potrai effettuare tramite Whatsapp al numero 0835/1973570.

Ecco il ricco palinsesto pensato per te

Orari-1 OPEN WEEK AQVAWORLD WELLNESS LUXURY CLUB

È un dilemma che affligge molti di noi: prima dell’allenamento sport è giusto saltare il pasto sì o no? La maggior parte lo fa eppure sembrerebbe un errore: mangiare prima di un intenso workout in palestra può aiutare a ottenere risultati migliori. Ma è necessario anche mangiare i giusti cibi. Se vi dovete dedicare a un’ora di allenamento più intenso, gli esperti raccomandano di fare attenzione alle vostre riserve prima di iniziare. L’opzione migliore in questi casi è quella di includere alcuni prodotti che contengano proteine, un po’ di grassi e alcuni carboidrati.
Se fate uno spuntino qualche minuto prima di iniziare l’allenamento, il vostro corpo si concentrerà sulla digestione di questi alimenti e non li utilizzerà come carburante per l’allenamento. Quindi, dovreste cercare di mangiare almeno un’ora prima del workout.

Ecco qui di seguito i nostri consigli su 10 alimenti che vi daranno l’energia di cui avete bisogno durante l’attività sportiva.

1. Centrifugati di verdura rinfrescanti

Se volete essere pieni di energia, i nutrizionisti vi consigliano di puntare tutto sulle verdure. Un succo di verdura verde rinfrescante prima dell’allenamento è infatti una sana iniezione di energia.

Si può anche mescolare la verdura con un po’ di frutta, ad esempio mezza banana, ma lasciatevi ispirare da gusti che preferite per creare un mix energizzante e sano.

2. I carboidrati giusti

No, i carboidrati non sono il tuo nemico.È chiaro che non stiamo parlando di cibi fritti o di grassi saturi, ovvimente. Ricordate che gli alimenti con “grassi buoni” ci daranno l’energia necessaria per superare qualsiasi allenamento. Il glucosio è infatti la più grande fonte di energia. Quindi, prima di allenarti duramente, scegli tra una di queste opzioni:

  • una banana
  • una mela
  • frullato di frutta (circa 300 ml).

3. Semi di chia

I semi d chia hanno molti benefici per la salute. Secondo alcuni esperti, sono ricchi di:

  • Omega-3 acidi grassi,
  • Fibra,
  • proteine,
  • calcio.

Inoltre sono idrofili, assorbono l’acqua facilmente, mantenendo alto il vostro livello di idratazione durante l’allenamento. Non preoccupatevi, non dovete mangiare una manciata di questi semi per vedere i benefici: basta aggiungerne un po’ a uno dei tuoi succhi preferiti.

4. Il cavolo

Il cavolo è un altro alimento ottimo da assumere prima di fare sport. Questo cibo è infatti una straordinaria fonte di nutrienti. Inoltre, è a basso contenuto calorico ma è ricco di:

  • calcio,
  • vitamina A
  • vitamina K

Questi complementi sono necessari per:

  • favorire buona circolazione,
  • migliorare le nostre difese,
  • rendere le ossa più forti.

Sì, lo sappiamo, non è un alimento semplicissimo da mangiare, ma provate a mescolarlo all’interno di un centrifugato di verdure a cuocerlo al forno. Potreste anche stupirvi del suo sapore piacevole…

5. Cibi contro i crampi muscolari

I crampi sono spesso un problema per chi si allena, ma si tratta di un problema a cui si può facilemnte porre rimedio, prendendo l’abitudine di mangiare cibi specifici prima di fare sport. Gli alimenti ricchi di elettroliti – calcio, potassio e magnesio – possono infatti aiutare a prevenire i crampi muscolari. Alcuni esempi di alimenti che contengono queste sostanze nutritive sono:

  • pane integrale,
  • le banane,
  • le patate dolci,
  • lo yogurt,
  • i semi,
  • le nocciole,
  • le noci,
  • germogli di grano,
  • i fagioli bianchi.

Sapevate che si possono combinare molti di questi prodotti in un delizioso yogurt greco con germogli di grano, alcuni pezzi di banana e qualche noce?

6. Avocado

Se sei un amante dell’avocado, non hai bisogno di altre scuse per aggiungerlo alla tua dieta.
È ricco di grassi buoni, vitamina B e magnesio. Non solo è delizioso per preparare il guacamole, ma è anche ottimo da aggiungere alle insalate o da gustare su fette di pane integrale insieme ad altri ingredienti sani. Irresistibile!

7. Spuntini naturali e ricchi di sostanze nutritive

Come sapete, il cibo industriale non è il modo migliore per assicurarsi una dieta sana. Niente di meglio di prodotti natural, ricchi di sostanze nutritive, per garantire benessere al proprio organismo. Gli alimenti naturali offrono molti vantaggi e sono privi di calorie, prodotti chimici o additivi. Una delle principali indicazioni degli scienziati in merito è quella di mangiare cibi naturali, soprattutto verdure a foglie verdi che sono ricche:

  • Vitamina A,
  • Vitamina C,
  • ferro
  • calcio.

Ma non dobbiamo dimenticare anche gli altri tipi di verdure: forniranno al vostro corpo un carico essenziale di vitamine, minerali, antiossidanti ed energia pura.

8. Il the verde

Se il vostro metabolismo è lento, provate a bere the verde al posto del caffè ogni mattina. Rimarrete sorpresi dai meravigliosi effetti che queso speciale tè avrà sul vostro corpo. Numerosi studi garantiscono infatti che quattro o cinque tazze di tè verde al giorno aiutano il sistema immunitario e accelerano il metabolismo.

9. Un mini antipasto

Se la cucina non è il vostro forte e avete bisogno di altre idee per includere tutte le sostanze nutritive nei pasti che mangiate, prima dell’allenamento, ecco alcuni suggerimenti per dei mini antipasti energici e sani,, perfetti come pre-allenamento:

  • Uovo sodo e hummus,
  • Una fetta di pane di semi integrale con un cucchiaino di margarina biologica,
  • Una banana frullata con semi di girasole,
  • 150 ml di yogurt greco con due cucchiaini di semi di chia e una tazza di fragole.

10. Barrette con cereali di grani o semi

Si esce dal lavoro e si ha appena il tempo di fermarsi a casa prima di andare in palestra. Potete optare per barrette ipocaloriche che contengono cereali, frutta o semi, senza additivi artificiali.

Lo sport è un mezzo molto efficace per combattere l’ansia: muoversi aiuta a rinfrescarsi le idee a svuotare la mente e non solo!

Infatti, fare sport stimola la produzione di endorfine, le molecole del benessere che ti assicurano serenità, ma anche buonumore e notti serene. Le endorfine intervengono come co-fattori nella regolazione dell’umore, quindi più il meccanismo naturale  del piacere è stimolato dallo sport e più diventi aperto alle esperienze delle vita e progressivamente affronti le situazioni con più distacco anche quando attraversi un momento “no”.

Praticando sport, il corpo si abitua ad un “sano stress” e diventa quindi più resistente al “vero stress” che ti rende negativo, stanco e nervoso. I ricercatori dell’Università dell’Arizona hanno dimostrato che chi pratica regolarmente sport, produce meno adrenalina (ormone dello stress) di una persona sedentaria. Ma quali sono gli sport più efficaci?

Scopri quale sport è adatto a te!

1 – Gli sport cardio: una stanchezza che ti rilassa

Sport cardio: quali sono

  • Corsa moderata  
  • salto alla corda
  • aerobica
  • bicicletta
  • camminata veloce.

Sport cardio: i benefici per la mente

Fanno lavorare tutto il corpo e il tuo sistema cardiovascolare procurandoti una “sana stanchezza” muscolare. In più provocano, se praticati ad andatura moderata, il rilascio di endorfine. I ricercatori della Duke Universit hanno dimostrato che correre per 40 minuti aumenta la produzione di serotonina che regola l’umore.

Sport cardio: per chi

Per tutte le persone che pensano troppo o che hanno bisogno di sfogarsi, quelle che hanno un carattere esplosivo o che hanno la tendenza ad essere negativi o depressi.

Raccomandazioni

Mentre corri o pedali, prova a cacciare i pensieri negativi e concentrati sul paesaggio o sulla tua play-list per evadere e sentire meglio i benefici.

2 – Sport acquatici per rilassare il tuo corpo

Sport acquatici

Benefici

Piacevoli perché praticati in acqua tiepida, gli sport acquatici favoriscono il rilassamento del corpo facendolo lavorare molto più intensamente di quello che sembra!

La resistenza dell’acqua aumenta il lavoro del cuore e dei muscoli e come premio effettua un massaggio corporeo. Risultato? Esci dall’acqua con i muscoli rilassati e la testa sgombra di pensieri grazie alla maggiore produzione di serotonina.

Per chi

Per le persone tese o agitate, per chi ha la tendenza a sgranocchiare tra un pasto e l’altro e che soffre di fame nervosa, per chi ha problemi di insonnia.

Raccomandazioni

La condizione sine qua non per praticare uno sport acquatico è amare l’acqua! Se temi di annoiarti dopo qualche lunghezza, puoi alternare le attività acquatiche (fare per esempio, un corso di acquagym + 10-15 lunghezze di rana o dorso per allungare i muscoli).

3 – Sport meditativi per calmare la tua mente

Sport meditativi

  • yoga
  • tai-chi-chuan
  • arti marziali.

Benefici

Sono basate sulla respirazione  e la ricerca della precisione nell’eseguire la posizione. Come la meditazione, procurano dei benefici legati ad una migliore gestione dell’ansia grazie all’abbassamento dei livelli del cortisolo, del ritmo cardiaco e della pressione arteriosa. Il corpo ritrova elasticità e mobilità ma non solo: queste discipline procurano un senso di pace interiore dando la possibilità di vedere con un altro occhio i problemi.

Sport meditativi: a chi sono adatti

Per chi odia la competizione, per chi ha problemi di costanza e di motivazione, per chi sta per scoppiare, per chi soffre di crampi notturni o ha tensioni muscolari legate allo stress.

Raccomandazioni

Non c’è età per iniziare!

È innegabile come il mondo del fitness abbia subito un duro colpo a seguito del Covid19. Palestre e piscine sono state tra le prime attività a dover chiudere da un giorno all’altro e spesso additate come luoghi di pericolosi assembramenti. La chiusura, che si è protratta per 3 lunghi mesi, ha determinato una perdita importante di incassi, nonché un potenziale rischio di disaffezione degli utenti. Poi la riapertura, che se da un lato segna un momento importante di ripresa, dall’altro avviene purtroppo in quella fase dell’anno notoriamente più difficile per il mercato del fitness, ovvero l’inizio dell’estate.

Il 2020 sarà ricordato come un anno abbastanza catastrofico sotto più punti di vista e segnerà uno spartiacque importante su quella che prima di allora era un’economia forte e fiorente basata sui sani principi di un benessere psicofisico dato dalla pratica dell’attività sportiva.

La nuova stagione che è alle porte sarà la prima post Covid; sarà (ci auguriamo!) un momento di rinascita in una psuedo-normalità.

Fatta questa premessa non dobbiamo dimenticarci che quei lunghissimi e bui giorni di lockdown ci hanno portato alla sedentarietà, alle cattive abitudini, e ci hanno allontanato da quello che era un concetto di healthy lifestyle che praticavamo all’ordine del giorno, dimenticando l’importanza sia del mangiar sano, ma soprattutto, dell’importanza dell’attività fisica.

Per migliorare lo stato di salute si deve essere fisicamente attivi, adottando, per l’appunto, uno stile di vita corretto. Mantenere il proprio stato di  salute significa anticipare l’insorgenza di patologie gravi come l’ipertensione, le malattie cardiovascolari, l’ictus e il diabete o riuscire comunque a limitarne i danni in tempo. L’attività fisica ha il grande pregio di essere uno strumento di prevenzione, oltre a rendere la vita quotidiana efficiente, migliorando i livelli di forza, resistenza, flessibilità e benessere.

Le principali tipologie di attività fisica

L’esercizio fisico non è certo tutto uguale e ad ogni tipologia corrisponde uno specifico beneficio. Le tre tipologie principali di attività fisica sono quella aerobica, quella anaerobicail rinforzo muscolare e lo stretching.

L’esercizio anaerobico è ideale per aumentare il tono muscolare e la massa magra, si svolge principalmente in palestra attraverso pesi liberi o macchinari isotonici. L’attività fisica aerobica stimola l’apparato cardiorespiratorio e migliora il metabolismo: in questo senso nulla è meglio di una bella corsa o di una nuotata. Il rinforzo muscolare aiuta poi a mantenere i muscoli efficienti, in modo da essere pronti ai sovraccarichi, sia in palestra che nella vita quotidiana. Lo stretching infine riduce il rischio di infortuni e traumi in quanto migliora l’elasticità e stabilizza la postura. Se non si ama la sala fitness un ottimo rimedio è il nuoto. Lo sport più completo al mondo perché utilizza tutta la muscolatura, è  ottimo anche per chi è in sovrappeso perché, nonostante i chili, il carico sulle articolazioni è quasi nullo. Questa è fisica pura e Archimede l’ha dimostrato: immerso, il corpo in assenza di gravità è sollevato dell’ 80% del tuo peso. Il risultato è che nell’acqua proteggi le tue articolazioni, i tendini e la schiena.

Prevenzione e attività fisica

Di prevenzione si parla molto negli ultimi anni, soprattutto di quella collegata allo sport: innumerevoli sono gli studi che hanno dimostrato l’importanza dell’esercizio fisico per il benessere del corpo e della mente. La prevenzione agisce su livelli diversi: in prima istanza evita l’insorgere di una patologia, ma se la patologia viene diagnosticata, la prevenzione aiuta nella diagnosi allo stadio iniziale e nella risoluzione con limitate complicazioni.

Per quanto riguarda la prevenzione primaria, svolgere una sana e regolare attività fisica, abbinata ad un’alimentazione equilibrata, significa guadagnare uno stato di salute migliore da un punto di vista qualitativo. Nel caso in cui una patologia sia già in corso nel soggetto, l’attività fisica interviene in maniera “riparatoria”, come nel caso di sovrappeso o ipertensione arteriosa. Il movimento in questo caso può essere utilizzato come vera e propria terapia di riabilitazione.

Benefici attività fisica regolare

Quali sono quindi i principali benefici dell’attività fisica? Il movimento giova a tantissime funzioni del nostro corpo e della nostra psiche, a livello cardiovascolare, muscoloscheletrico, metabolico e psicologico.

I principali benefici del movimento fisico sono:

  • Miglioramento dell’apparato cardiovascolare: l’attività fisica può ridurre la frequenza cardiaca, migliorando l’elasticità dei vasi sanguigni e contribuendo amantenere bassa la pressione arteriosa.
  • Apparato muscoloscheletrico più forte: incrementando la massa muscolare e ossea si guadagna in forza e flessibilità muscolare, difendendosi contro l’osteoporosi. Il movimento è inoltre in grado di prevenire cadute e infortuni nei soggetti più anziani.
  • Metabolismo migliore: la massa grassa si riduce ed aumenta la massa magra, il consumo energetico aumenta, favorendo il controllo del peso corporeo e sconfiggendo così il sovrappeso.
  • Benefici psicologici: lo sport è ottimismo e misurazione con i propri limiti. Prendere parte a gruppi sportivi consente inoltre di sviluppare relazioni sociali e favorisce l’inclusione.

Le nostre attività sono incominciate da martedì 1 settembre. Tante le novità a partire dai nuovi cosi come il Fitmoving all’implementazione delle misure di sicurezza. Noi siamo prontissimi e tu sei pronto ad affrontare la nuova stagione con Aqvaworld Luxury Club?

I mesi primaverili che abbiamo vissuto ci hanno portato a mangiare di più, ci hanno impigrito e ci hanno portato ad allenarci sempre meno. Ora è tempo di sole, relax, mare abbiamo voglia di tornare all’aria aperta, tuttavia per i fitness addicted che hanno ripreso ad allenarsi e che non vogliono rinunciare alla tonificazione muscolare nemmeno stando in spiaggia un rimedio c’è: basta praticare qualche esercizio in acqua, sfruttando la naturale azione rimodellante per ottenere risultati faticando la metà. Una variante ancora più efficace è camminare immerso nell’acqua fino a metà polpaccio, eseguendo ampie falcate: la resistenza dell’acqua associata all’instabilità della sabbia modellerà le vostre gambe senza che fare un grosso sforzo. Per far lavorare polpacci, cosce e cintura addominale, passeggiate per almeno una ventina di minuti. Questo è ovviamente un consiglio più per le donne che vogliono una silhoutte tonica, ma quale migliore allenamento di una bella nuotata di 60 minuti no stop!

Tonificazione muscolare in mare, per mettere insieme sport e relax

A differenza di quanto pensiate, l‘estate è il momento ideale per la tonificazione muscolare. Infatti, complice la brezza marina e la naturale azione rimodellante dell’acqua di mare, al mare è facile ottenere risultati faticando la metà! Se volete un corpo da sirena, proprio come quello di chi pratica il nuoto sincronizzato abbandonate la sedia a sdraio, entrate in acqua e immaginate di essere una di loro: pensate ad una musica che accompagni i movimenti e iniziate l’allenamento. A fine agosto vi ritroverete con un corpo tonico.

Ecco come allenarsi al mare con semplici esercizi per tonificare, braccia, gambe, seno e glutei.

  1. Esercizio per gambe toniche. Fate in modo che l’acqua arrivi a metà polpaccio. Passeggiate con disinvoltura e, ogni tanto, accelerate. Proseguite l’esercizio per 20 minuti.
  2. Braccia e pettorali. Immerse nell’acqua con le gambe ferme, simulate con le braccia il movimento della nuotata a rana spingendo acqua verso l’esterno e poi verso l’interno con le mani a paletta. Tenete la pancia in dentro e i glutei attivi. Più velocemente, eseguirete il movimento, più l’esercizio sarà efficace in quanto sfrutterete la resistenza dell’acqua come carico. Eseguite 5 serie da 20.
  3. Esercizio per rassodare i glutei. Entrate in acqua fino al petto e correte all’indietro a piccoli passi aumentando la velocità. Le braccia devono seguire il movimento delle gambe. Ripetete l’esercizio per 5 minuti.
  4. Gli obliqui. Appoggiate le braccia su un materassino e lasciate le gambe in galleggiamento in acqua. Piegate le gambe portandole al petto e distendetele mandandole verso l’angolo destro del materassino, poi riportatele al petto e mandandole a sinistra. Ripetete il movimento per 20 volte e poi recuperate per qualche minuto. Eseguite 5 serie da 20.