ripartiamo con il nuoto

Cari clienti finalmente si ricomincia siete pronti? La reception del Club Aqvaworld è aperta tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle 09:00 alle 20:00.

Vi informiamo che potete chiedere tutte le informazioni relative ai nuovi corsi che stiamo organizzando, IN TOTALE SICUREZZA, scrivendo all’indirizzo segreteria@aqvaworld.it o chiamando il numero 0835.1973570. LA PRENOTAZIONE PER ACCEDERE AL CLUB È OBBLIGATORA. Ricordiamo a tutti i soci inoltre che è possibile usufruire delle docce. RIMETTIAMOCI IN FORMA! Il nostro palinsesto attualmente è così articolato:

  • Sala Fitness: dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 20:00;
  • Piscina 25 metri (nuoto libero): dal lunedì al venerdì dalle 09:00 alle 20:00;
  • Corsi Funzionale: lunedì, mercoledì e venerdì ore 10:30; martedì e giovedì ore 17:00.

Vi aspettiamo.

Il rooftop dedicato al sole, al relax, alle calde giornate estive riapre in totale sicurezza. Hai voglia di sole, tintarella, mare ma non vuoi stressarti con estenuanti code di traffico per raggiungere il tuo lido? Aqvaworld Wellness Luxury Club è pronto ad accoglierti già da SABATO 19 GIUGNO 2021: il nostro Solarium è aperto TUTTI I GIORNI dalle 10:00 alle 19:00 con l’area Lounge 88th Street sempre a tua disposizione per prepararti ottimi estratti, pranzi light, colazioni homemade e happy hour in compagnia dei tuoi cari.

Al Solarium si accede con prenotazione obbligatoria chiamando la nostra reception o inviando un whatsapp e si accede muniti di mascherina. Numero di posti limitato per evitare assembramenti. Per ulteriori info CLICCA QUI.

Quest’estate 2021 Aqvaworld organizza il campus estivo per bambini dai 3 anni ai 10 anni. Il lavoro dei nostri assistenti con i nostri giovani ospiti si fonda sul principio del benessere di ogni singolo bambino e del rispetto di ciascuna personalità.
Cuore della nostra proposta è far vivere emozioni vere, pure e profonde, che sappiano lasciare un indelebile imprinting nell’anima, duraturo come le rocce che s’impongono sul nostro paesaggio… Nostro obiettivo educativo è contribuire alla crescita dei bambini attraverso le relazioni di gruppo, in TOTALE SICUREZZA SEGUENDO LE NORME ANTI-COVID, la valorizzazione dell’amicizia e il responsabilizzante vivere quotidiano in una piccola comunità.

PROGRAMMA 3/5 anni

Ore 08:30 arrivo;

ore 09:00 inizio attività in ludoteca;

ore 10:00 merenda e cambio per piscina;

ore 10:30 gioconuoto;

ore 11:30 giochi in piscina all’aperto zona solarium;

ore 12:30 doccia e cambio;

ore 13:00/13:30 tutti a casa.

PROGRAMMA 6/10 anni

Ore 08:30 arrivo;

ore 09:00 scuola nuoto;

ore 10:00 giochi in piscina all’aperto zona solarium;

ore 10:30 doccia e cambio;

ore 11:00 merenda;

ore 11:30 inizio attività in ludoteca;

ore 13:00/13:30 tutti a casa.

PER TUTTI È PREVISTA LA COLAZIONE AL SACCO

INIZIO CAMPUS

Lunedì 14 giugno 2021.

TERMINE CAMPUS

Mercoledì 30 luglio 2021.

CONTATTI E PRENOTAZIONI

0835.1973570 – info@aqvaworld.it

La bella stagione è ormai arrivata, così come la frutta di stagione, che in questo periodo è davvero squisita non c’è che l’imbarazzo della scelta dall’anguria, alle ciliegie, alle nespole, alle pesche per non parlare delle albicocche, un concentrato di benessere e gusto.

L’albicocca è il frutto che contiene la dose più elevata del minerale Potassio (320 mg per 100 gr) il cui consumo è associato a una diminuzione della pressione sanguigna specie quando questa è provocata da un eccessivo consumo di sale, ricco appunto di cloruro di sodio. Ciò avviene perchè il Potassio ha un’azione diuretica naturale che stimola l’organismo a eliminare acqua e sodio. L’albicocca, inoltre, contiene poco sodio, è invece molto ricca di carotene, una provitamina che poi nel nostro corpo è trasformata dal fegato in vitamina A. Ha però una bassissima dose di Vitamina C. Un etto di albicocche fresche fornisce circa 30 calorie e un’alta dose di acqua, niente proteine e lipidi e una discreta dose di carboidrati. Ha inoltre un’ottima dose di fibra vegetale, pari a 6.5 gr cioè a un quinto della dose giornaliera di cui noi abbiamo bisogno per mantenere il nostro intestino funzionante ed evacuativo, ciò concorre a ridurre al massimo l’assorbimento dei grassi e degli zuccheri che si introducono con l’alimentazione varia di ogni giorno. Oltre alla fibra, l’azione lassativa è favorita anche dalla presenza di un particolare zucchero che è il sorbitolo. Un etto di albicocche secche fornisce 266 calorie mentre quelle sciroppate ne forniscono 87 kcal. Le albicocche secche hanno anche un’ottima dose di ferro, che si concentra per la mancanza d’acqua, mentre le altre tipologie ne contengono solo tracce e sono considerate un alimento molto sano, perchè sono una fonte di sostanze nutritive da consumare con gradevolezza. Le albicocche fresche e mature grazie all’alta dose di Pro-Vitamina A diventano un’ottima frutta con caratteristiche antiossidanti, che prevengono la capacità delle cellule di invecchiare precocemente. Nella cosmesi popolare l’albicocca è stata sempre accoppiata alla cura della pelle. L’olio ottenuto dai suoi semi è molto efficace sia per il trattamento delle smagliature che delle rughe.

Luteina e zeaxantina: sono due carotenoidi ad azione antiossidante contenuti nella retina dell’occhio, proteggendola dai danni delle radiazioni luminose; Quercetina: si tratta di un flavonoide ad azione antiossidante ma anche antinfiammatoria e stimolante sul sistema immunitario.  Vediamo in dettaglio i benefici che apporta un consumo regolare di questi frutti:

  • promuovono la salute cardiovascolare L’alto contenuto di antiossidanti, in particolare di betacarotene, presente nelle albicocche, è fondamentale per ostacolare l’ossidazione del colesterolo LDL (il cosiddetto colesterolo cattivo) prevenendo la formazione delle placche aterosclerotiche e, di conseguenza, proteggendo la salute del cuore;
  • proteggono la pelle Il consumo di albicocche è utile per proteggere la cute in quanto il betacarotene in esse contenute stimola la produzione di melanina, una sostanza che è responsabile dell’abbronzatura che protegge la pelle dai raggi solari;
  • hanno potere antiossidante;
  • prevengono la stipsi, infatti La presenza di fibre infatti, aiuta a stimolare la peristalsi intestinale, favorendo l’espulsione delle feci e la disintossicazione da tossine e sostanza estranee. La funzione lassativa è completata dalla presenza di uno zucchero chiamato sorbitolo;
  • proteggono e migliorano la vista Le albicocche favoriscono la salute degli occhi. Questo perché la retina dell’occhio presenta due importanti antiossidanti ossia la luteina e la zeaxantina, sostanze presenti nel frutto e che sono in grado di filtrare la luce e quindi di proteggere l’occhio dai danni fototossici;
  • riducono la pressione arteriosa e regolano il battito cardiaco Il potassio contenuto nelle albicocche ha un’azione regolatrice sui fluidi corporei, riducendo ritenzione idrica e pressione arteriosa, e sul battito cardiaco;
  • utili in caso di spossatezza o convalescenza Le albicocche, grazie all’abbondanza di sali minerali e vitamine, sono remineralizzanti e rappresentano un valido aiuto in caso di spossatezza magari dovuta al caldo eccessivo o durante l’attività fisica.
Piscina semiolimpionica

In Inghilterra le piscine riaprono a metà aprile ed è proprio dalla Gran Bretagna che provengono buone nuove: l’acqua clorata delle piscine potrebbe inattivare il coronavirus in soli 30 secondi. Questo è quanto emerge da uno studio, non ancora sottoposto a revisione, condotto dagli scienziati dell’Imperial College di Londra, che hanno studiato l’impatto delle diverse concentrazioni di cloro diluito in acqua su SARS-CoV-2. I risultati suggeriscono che il rischio di trasmissione del Covid-19 nell’acqua della piscina sembra essere estremamente basso. Per giungere a questa conclusione, il team di ricerca ha analizzato l’impatto di diverse concentrazioni di cloro diluito in acqua sul coronavirus Sars-CoV-2, nel corso di uno studio commissionato da Swim England, l’ente governativo inglese per gli sport acquatici, e dalla scuola di nuoto Water Babies.

<<Abbiamo eseguito questi esperimenti mescolando campioni di coronavirus con acqua clorata nei nostri laboratori ad alto contenimento a Londra. In questo modo siamo stati in grado di misurare l’infettività del virus e la sua capacità di attaccare le cellule – ha spiegato Wendy Barclay, dell’Imperial College di Londra -.
Dall’analisi è emerso che, data la bassa infettività e la diluizione del virus, la possibilità di contrarre Covid-19 in piscina sembra essere trascurabile. Nello specifico, i risultati dei test indicano che una concentrazione di cloro di 1,5 milligrammi per litro e un indice di acidità compreso tra 7 e 7,2 sarebbero in grado di ridurre l’infettività dell’agente patogeno di oltre mille volte in soli 30 secondi>>.

Gli autori hanno poi utilizzato diverse concentrazioni di cloro e livelli di pH per valutare scenari differenti, riscontrando che una concentrazione di cloro libero di 1,5 milligrammi per litro e un livello di pH di 7,0, come raccomandano le linee guida per il funzionamento delle piscine, sono sufficienti per rendere trascurabile la possibilità di contagio.

Speranzosi che questi risultati possano apportare grandi benefici, il Club Aqvaworld è sempre pronto ad accogliervi in totale sicurezza. Sappiamo che il nuoto ha molteplici benefici per la salute fisica e mentale sia per i bambini che per gli adulti di tutte le età e non vediamo l’ora di riprendere le attività.

Gentili clienti, Aqvaworld è pronta ad accogliervi anche subito, ma bisogna portar pazienza e attendere il via libera dei prossimi DPCM.

Vi ricordiamo che a tutti gli abbonamenti sarà prorogata la data di scadenza. Nell’attesa continuate ad allenarvi nei nostri gruppi privati Facebook Aqvaworld Fitness con i nostri istruttori.

Praticare esercizi per la mobilità articolare non è un aspetto da sottovalutare: al contrario è di fondamentale importanza in quanto la loro pratica è sinonimo di agilità e benessere fisico, prevengono squilibri e sporattutto rigidità muscolare.

Infatti, basta una sola articolazione bloccata o dolorante per creare disfunzioni in altre parti del corpo che andranno così in compensazione. Per questo motivo gli esercizi per la mobilità articolare sono essenziali per la nostra capacità di movimento. Potremmo anche essere molto forti ma, se le nostre articolazioni non sono in grado di muoversi con naturalezza, i nostri movimenti saranno goffi e grezzi, con il rischio di infortuni.

ATTENZIONE mobilità e flessibilità non vanno confuse. Semplificando al massimo, la mobilità fa riferimento alla capacità di movimento (ampiezza) delle nostre articolazioni. Per flessibilità si intende, invece, la capacità di allungamento che il muscolo può raggiungere.

Partiamo da un presupposto: la mobilità articolare non è riscaldamento ma un particolare allenamento a tutti gli effetti. Ciononostante, alcuni esercizi fondamentali di mobilità articolare possono essere eseguiti al mattino appena svegli, prima di allenarti o la sera per rilassarti e liberarti da stress e tensioni.

Tra questi puoi eseguire:

  1. circonduzione del collo, anca, ginocchia, polsi e caviglie;
  2. crawling (“gattonata”);
  3. down dog al Plank (“posizione del cane a testa in giù” come nella figura).

E tieni a mente sempre alcuni aspetti:

  • esegui i movimenti con calma e gentilezza, non arrivare mai al dolore vero e proprio;
  • ricordati di mantenere la respirazione fluida e coordinata con i movimenti.

La salute del nostro muscolo più importante inizia a tavola. Si sa con certezza ad esempio che una dieta ricca di frutta e verdura e povera di grassi animali possa aiutare ad abbassare il rischio di contrarre malattie cardiovascolari e una dieta varia e attenta è tra i principali modi per il benessere del nostro muscolo più importanti. Ma quali sono i cibi amici del cuore? Eccone alcuni.

VERDURE CON LE FOGLIE VERDI. Spinaci e cavolo sono famosi per i grandi benefici per la nostra salute, grazie a vitamine, sali minerali e antiossidanti. In particolare sono una grande fonte di vitamina K, che aiuta a proteggere le arterie e a impedire la formazione di grumi nel sangue. Contengono anche nitrati, che riducono la pressione sanguigna, rallentano l’invecchiamento delle arterie e migliora la funzionalità del rivestimento dei vasi sanguigni. Un’analisi svolta su 8 studi ha dimostrato che mangiare spesso verdure a foglie verdi fa diminuire del 16% l’incidenza di malattie cardiovascolari.

FARINE INTEGRALI. Pane, pasta e riso integrali, avena, segale, orzo e grano saraceno sono tutti ricchi di fibre che possono aiutare a ridurre il colesterolo cattivo, facendo diminuire il rischio di malattie cardiache. Un’analisi di 45 studi ha confermato che mangiare tre porzioni di farine integrali al giorno faccia abbassare il rischio di questo tipo di patologie.

FRUTTI DI BOSCO. Fragole, mirtilli, ribes e lamponi sono carichi di importanti nutrienti che hanno un ruolo centrale nella salute del nostro cuore. I frutti di bosco sono ricchi soprattutto di antiossidanti come gli antociani, capaci di proteggere contro lo stress ossidativo e l’infiammazione che contribuiscono a sviluppare malattie cardiache. Un’analisi che ha esaminato 22 studi precedenti ha sottolineato come mangiare frutti di bosco sia associato a una riduzione del colesterolo cattivo e della pressione sanguigna oltre di alcuni marker legati ai livelli di infiammazione.

PESCE AZZURRO. I pesci grassi come il salmone, lo sgombro, le sardine e il tonno sono ricchi di Omega 3, un grasso sano che ha molti effetti positivi sul nostro cuore. Uno studio ha dimostrato che mangiare salmone tre volte a settimana per due mesi fa diminuire in modo significativo la pressione sanguigna. Inoltre mangiare pesce grasso spesso fa diminuire il colesterolo, i trigliceridi e i livelli di zuccheri nel sangue. Se non amate mangiare pesce, potete assumere Omega 3 come integratore.

NOCI. Le noci contengono molte fibre e micronutrienti come il magnesio, il rame e il manganese. Diverse ricerche hanno dimostrato che mangiare ogni giorno noci riduce il colesterolo cattivo fino al 16% e abbassa la pressione sanguigna, facendo scendere anche i livelli di infiammazione e lo stress ossidativo.

LEGUMI. I legumi contengono il prezioso amido resistente, che come dice il suo nome resiste alla digestione e viene mangiato dai batteri buoni dell’intestino. Alcuni studi sostengono che l’amido resistente possa migliorare la salute del cuore, facendo diminuire trigliceridi e colesterolo. Inoltre mangiare spesso legumi scendono i valori della pressione sanguigna e quelli dell’infiammazione, che sono entrambi fattori di rischio pericolosi per la nostra salute.

POMODORI. L’antiossidante più importante dei pomodori è il licopene che aiuta a combattere molti problemi, tra cui l’attacco cardiaco e l’ictus. Un’analisi di 25 studi ha confermato che mangiare spesso cibi ricchi di licopene è associato con un ridotto rischio di malattie cardiache e ictus.

MANDORLE. Le mandorle sono ricche di vitamine e minerali cruciali per la salute del cuore. Contengono anche grassi sani e fibre, che aiutano a proteggere la salute cardiaca. Chi mangia spesso mandorle vede diminuire i livelli di colesterolo cattivo.

AGLIO. Di certo non un cibo saportio né amico dell’alito. Tuttavia molte ricerche hanno confermato le potenti capacità mediche dell’aglio, fornite dall’allicina e diversi studi hanno dimostrato che il suo consumo favorisca la discesa della pressione sanguigna, oltre ad abbassare il colesterolo, riducendo il rischio di grumi nel sangue e di ictus.

OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA. I poteri dell’olio extravergine di oliva, re della dieta mediterranea, sono ormai ben documentate. È particolarmente ricco di antiossidanti che combattono l’infiammazione e fanno diminuire il rischio di sviluppare le malattie croniche. Uno studio ha dimostrato che assumere ogni giorno olio evo dimezza il rischio di morire per malattie cardiovascolari.

Ci sono tanti validi motivi per cui è importante saper nuotare, e uno di questi è sicuramente la sicurezza personale: soprattutto se vi piace andare al mare, in piscina o fare una gita in barca.

Dal punto di vista del benessere fisico, il nuoto è da considerarsi un allenamento completo,  in quanto vengono usati molti muscoli del corpo e di conseguenza viene attivato metabolismo e l’apparato cardiocircolatorio.

L’esercizio in acqua avviene senza gravare in maniera eccessiva sulle articolazioni inoltre nuotando si migliora anche la respirazione. Infine, da non sottovalutare, il potere benefico che il nuoto ha per la nostra mente: nuotare, infatti, favorisce il sonno, aiuta a ridurre lo stress e allevia i sintomi dell’ansia.

Di seguito abbiamo racchiuso i 4 validi motivi che vi convinceranno a praticare un corso di nuoto anche da adulti. Perché per imparare a nuotare non è mai troppo tardi!

  1. Sicurezza personale. Forse è un motivo ovvio ma certamente non banale: dovete innanzi tutto imparare a nuotare per la vostra sicurezza. Prima o poi, nel corso della vita, vi avvicinerete sicuramente all’acqua: potreste andare in crociera o appassionarvi alla pesca, o semplicemente ricevere un’invito ad andare in piscina con i vostri amici. In ognuna di queste situazioni, se l’acqua supera la vostra altezza, sarete sempre, potenzialmente, in pericolo e saper nuotare potrebbe salvarti letteralmente la vita!
  2. Soccorere gli altri. Secondo l’Istituto Superiore della Sanità, ogni anno in Italia muoiono per annegamento circa 400 persone adulte, in pratica più di una al giorno. Se sapete nuotare potreste essere d’aiuto e salvare la vita ad una persona che si trova in difficoltà proprio vicino a voi, in piscina, al lago o al mare. Saper nuotare diventa invece indispensabile se siete genitori o se per lavoro avete a che fare con bambini e giovanissimi, perché è sempre meglio prevenire.
  3. Salute. La maggior parte dei medici concorda sul fatto che il nuoto è una sana forma di esercizio fisico. Il nuoto è infatti un’allenamento completo perché utilizza molti dei muscoli del corpo e ne beneficia il metabolismo e il sistema cardiovascolare. L’acqua, inoltre,fornisce una resistenza naturale e permette di sforzare e caricare meno l’apparato scheletrico.
  4. Piacere. Il piacere di trascorrere del tempo in acqua non ha prezzo. Una nuotata in piscina o in mare in una calda giornata d’estate può aiutare a sentirsi rilassato e fisicamente in forma. L’acqua è quindi un modo per restare in forma, socializzare e fare nuove conoscenze.

Quando si decide finalmente di imparare a nuotare, per prima cosa occorre innanzitutto superare la vergogna e la paura: non c’è alcuna ragione di provare imbarazzo se non si sa ancora nuotare e vedrete che vincere la paura può diventare ben presto una cosa del tutto fattibile.

Il sistema immunitario ci difende dagli attacchi di agenti esterni dannosi, come virus o batteri. È il nostro scudo e protegge la nostre salute.

Tuttavia, lo stress del cambio di stagione, associato al calo delle temperature, può far sì che le nostre difese naturali s’indeboliscano, perciò può essere utile seguire un’alimentazione che aiuti a rinforzarle. Inoltre, è importante sottolineare che anche lo sport aiuta a potenziare il sistema immunitario, purché praticato in modo intelligente ed equilibrato.

Dunque, quali sono i cibi da preferire in questa stagione?

Alimenti ricchi di vitamina C

Innanzitutto alimenti ricchi di vitamina C, utile per proteggere le cellule dall’ossidazione, favorire l’assorbimento del ferro e innalzare le difese immunitarie. Molti alimenti sono ricchi di questa sostanza, non solo gli agrumi (che non devono mancare nei menù autunnali), ma anche i kiwi (che contengono più del doppio di vitamina C rispetto ad arance e pompelmi), la melagrana e le verdure della famiglia delle crucifere, tanto per citarne alcuni.

Gli 8 cibi per rafforzare le tue difese immunitarie

1 – Arance rosse. L’alta concentrazione di vitamina C presente in questo frutto contribuisce a rafforzare il sistema immunitario. Il consumo regolare di arance può essere un ottimo rimedio per prevenire raffreddore e influenza. La vitamina C rende più efficaci i macrofagi, le cellule immunitarie che “si cibano” dei batteri e dei virus che aggrediscono l’organismo.

2 – Kiwi. Oltre ad avere un contenuto di vitamina C superiore agli agrumi, questo frutto contiene molta fibra prebiotica, il nutrimento preferito dei batteri “buoni”, i prebiotici.

3 – Melagrana. Il frutto simbolo dell’autunno è particolarmente ricco di acido ellagico, un composto fenolico ad alta capacità protettiva. Inoltre, contiene elevate quantità di antiossidanti come flavonoidi, tannini, alcaloidi e vitamine A, B e C, sostanze apprezzate per le proprietà diuretiche, antinfiammatorie e disinfettanti.

4 – Curry. Il curry è in realtà una miscela di spezie, con ricette variabili che però comprendono sempre curcuma e zenzero. Tali spezie, secondo studi recenti, potrebbero giocare un ruolo utile nel potenziare il sistema immunitario. Insaporire i piatti con il curry è quindi un’ottima strategia!

5 – Sardine. Insieme a tutti gli altri pesci azzurri, le sardine risultano tra gli alimenti più ricchi di ìn vitamina D. Quindi, in questa stagione, possono avere un ruolo interessante perché tale vitamina è molto importante per le nostre difese immunitarie. In particolare, aiuta a proteggerci dalle infezioni respiratorie.

6 – Funghi shiitake e maitake. Sono due funghi della tradizione giapponese, utilizzati da millenni nelle ricette culinarie cinesi e giapponesi, ma da decenni anche in quelle occidentali. Contengono sostanze che svolgono un’azione stimolante specifica sul sistema immunitario. Si acquistano essiccati nei negozi di alimenti naturali oppure si possono assumere sotto forma di integratori.

7 – Topinambur. Questo tubero ha un elevato contenuto di inulina, fibra prebiotica molto utile soprattutto per la crescita dei bifidobatteri (una tipologia di batteri buoni) e per la riduzione dei microrganismi nocivi all’interno del colon. Tuttavia, attenzione alla quantità perché in dosi eccessive potrebbe causare gas e gonfiore di stomaco, soprattutto in soggetti sensibili.

8 – Polline. Aiutiamo le nostre difese anche con questo semplice stratagemma. Aggiungiamo alle nostre insalate un cucchiaino di polline secco o, in alternativa, aggiungerlo allo yogurt. Reperibile in tutte le erboristerie, il polline ci fornisce:

  • vitamine (C e del gruppo B)
  • acido folico
  • minerali (magnesio, potassio, zinco)
  • antiossidanti (carotenoidi e flavonoidi).

È un validissimo aiuto per il  sistema immunitario: una sorta antidoto contro i mali di stagione!