La prima regola per un corretto stile di vita è senza dubbio camminare: ma quanto occorre camminare ogni giorno? Quanti passi bisogna fare per mantenersi davvero in forma?

  1. 30 minuti al giorno. Gli studi parlano chiaro: per mantenerti attivo e apprezzare i benefici salutari dell’attività fisica dovresti fare almeno 30 minuti di sport ogni giorno. Parliamo di un’intensità moderata e non è detto neppure che i 30 minuti debbano essere consecutivi, andranno benissimo anche tre veloci sessioni da 10 minuti ciascuna! Se la tua vita è molto sedentaria e non sei abituato a fare alcun tipo di attività fisica sarà bene un approccio graduale alla camminata: non partire da 30 minuti ma tienili come un traguardo da raggiungere. Se invece sei uno sportivo e fai già movimento ogni giorno 30 minuti magari saranno pochi, puoi fare molto di più per sentirti in forma!
  2. I 10mila passi quotidiani…. Oggi esistono in commercio sensori, pedometri, accelerometri e contapassi di ogni tipologia, decisamente economici. Questi sensori non sono in grado di percepire l’intensità del movimento svolto, tuttavia sono molto usati e apprezzati.
    Chi li utilizza sa bene che in questi dispositivi è indicata la soglia dei 10.000 passi come quantità di passi minima da fare ogni giorno. Possiamo affermare, praticamente, che quella dei 10.000 passi è diventata una specie di tormentone per ogni appassionato di app di fitness. 10.000 passi corrispondono a circa 8 chilometri: si tratta però di una cifra simbolica e non realmente esplicativa in quanto soggetta a una serie di variabili.
  3. I benefici del camminare. Il numero dei 10mila passi non ha fondamento scientifico ma può essere considerato uno standard a cui fare riferimento. Nessuno infatti ci dice che facendo 9000 le cose cambino! Quello che invece possiamo affermare con sicurezza è che l’attività fisica ci faccia bene! Camminare porta al nostro corpo tanti benefici, soprattutto se la soglia di velocità e quantità viene aumentata gradualmente e non in maniera troppo forte e veloce (altrimenti faremo il pieno solo di dolori muscolari). Camminare riduce colesterolo e tiene sotto controllo la pressione arteriosa. Non bisogna credere che camminare faccia dimagrire immediatamente, perdere peso a vista d’occhio non è salutare e soprattutto non è quello il principale beneficio. Passo dopo passo, i muscoli si allenano e producono effetti antiossidanti e antinfiammatori. Camminare riduce glicemia, colesterolo, e in più aumenta la produzione di endorfine.

Ufficio, bambini da accompagnare a scuola, far la spesa, cucinare, andare dal parrucchiere o dal barbiere (un po’ di tempo per sé non guasta mai), impegni vari per i maschietti, cenette romantiche, cinema, ma… il tempo per fare sport? Lo si rimanda a domani, o alla domenica con qualche corsetta su asfalto col vicino di casa andando incontro a infortuni che peggiorano solamente le articolazioni.

Tuttavia ci sono piccoli trucchi, cambi di abitudini, soluzioni per organizzarsi al meglio al fine di troverare quel famigerato “free time” e andare in palestra o in piscina. Noi di Aqvaworld proviamo a darti 8 semplici consigli seguendo tre fasi della giornata.

Sport al mattino

  • Prepara la sera prima quello che ti serve per la tua sessione di fitness, così la mattina avrai tutto pronto e non dovrai perdere tempo a cercare tuta, maglietta, scarpe da ginnastica, costume, ciabatte e attrezzi vari.
  • Sempre la sera prima, apparecchia la tavola con il necessario per la colazione: così risparmierai minuti preziosi da dedicare allo sport.
  • Vai al letto presto: se la mattina hai sonno, il rischio che tu ti conceda “ancora 5 minuti” per dormire invece di alzarti per fare attività diventa altissimo.
  • Coinvolgi qualcuno nella tua routine sportiva mattutina: buttarti giù dal letto all’alba è faticoso, ma se sai che c’è qualcuno che ti aspetta per allenarti con te sarai meno tentato di cedere al sonno o alla pigrizia.

Sport in pausa pranzo

  • Prepara il pranzo la sera prima e portalo con te in ufficio: il tempo che risparmierai per andare a comprare qualcosa da mangiare potrai usarlo per allenarti.
  • Se hai la possibilità di pranzare dove fai attività motoria allora il gico è fatto: non dovrai più preoccuparti di portare il pranzo da casa o perder tempo a comperarlo da qualche parte o recuperare tempo per pranzare altrove.
  • Scegli l’attività da praticare in base alla durata della tua pausa: se hai solo mezz’ora, non pretendere di imbarcarti in un corso che dura un’ora. Piuttosto, va a correre o fai un cross training per cui bastano anche 30 minuti.

Sport di sera

  • Dopo l’ufficio, non tornare a casa prima di andare in palestra o in piscina: sprecheresti tempo e rischieresti di non aver più voglia di uscire una volta rientrato. Porta con te il borsone con il tuo completo fitness e, dopo il lavoro, vai dritto in palestra.