Tic tac…i 10 segni del metabolismo lento e come farlo ripartire ASAP per essere in forma

Se ingrassi facilmente e non riesci a perdere peso anche mangiando poco potresti essere vittima del metabolismo lento. Scopri qui quali sono i segnali, i sintomi di questo disturbo e quali sono i rimedi da poter attuare.

Cos’è il metabolismo lento

Per metabolismo lento si intende una certa lentezza dell’organismo a compiere quei processi chimici che puntano a ottenere molecole complesse da altre più semplici, e viceversa. Esistono persone geneticamente predisposte ad avere un metabolismo lento oppure che hanno contratto malattie – come l’ipertiroidismo, ad esempio – che finiscono con il rallentare il loro metabolismo. Tale disturbo si manifesta in una serie di sintomi: qui ne abbiamo individuati dieci.

  1. Tendenza a ingrassare. Può capitare di ingrassare molto facilmente pur stando attenti alla dieta: questo è un indizio molto importante circa la possibilità di essere affetti da metabolismo pigro o rallentato.
  2. Difficoltà a dimagrire. Mangiamo poco, ma non riusciamo a dimagrire. Questo fenomeno può essere causato dal metabolismo lento ma, come in un circolo vizioso, mangiare meno non aiuterà a risolvere il problema. Diminuire la quantità di calorie, infatti, induce l’organismo a rispondere bruciandone di meno, col risultato di rallentare ulteriormente il metabolismo. Per migliorare la situazione può essere utile fare pasti piccoli e frequenti, in grado di riattivare il metabolismo.
  3. Spossatezza costante. Chi soffre di metabolismo lento può spesso sentirsi stanco, affaticato, quasi vivere in uno stato di spossatezza costante. Ciò perché il processo che porta il nostro corpo a bruciare calorie e quindi a fornirci energia risulta particolarmente lento.
  4. Bassa pressione. Altra conseguenza del metabolismo lento, che si accompagna al senso di spossatezza, è la bassa pressione. Se questo sintomo si presenta insieme a qualcuno della lista qui presente, è probabile che l’organismo sia particolarmente pigro nel produrre energia.
  5. Eccessiva sudorazione. L’essere spesso vittima di sudori freddi è un altro importante segnale della possibile presenza di metabolismo lento.
  6. Sensibilità al freddo. Tra i sintomi del metabolismo lento rientra anche la particolare sensibilità al freddo. Una conseguenza dovuta alla temperatura corporea piuttosto bassa che questa disfunzione va a causare: se appena sveglio il tuo corpo non supera i 36,6° C allora probabilmente hai problemi a regolare la temperatura interna a causa del metabolismo lento.
  7. Intestino pigro. Il metabolismo lento porta a un malfunzionamento anche degli organi digerenti, in particolare dell’intestino che, appunto, “rallenta” provocando a sua volta una lunga serie di disturbi come gonfiore e dolori addominali e pelvici.
  8. Stitichezza. Tra i sintomi più evidenti e fastidiosi dell’azione che il metabolismo pigro sull’intestino c’è la stitichezza. E mangiare meno non aiuta a risolvere il problema.
  9. Pelle secca. Un sintomo evidente del metabolismo pigro è dato dal seccarsi della pelle: in particolare basta osservarsi i piedi per capire se si è affetti da questo disturbo. La cute delle estremità va a seccarsi perché i livelli di ormoni prodotti dalla tiroide non sono equilibrati.
  10. Sensazione di stress. Come la stanchezza cronica, anche la costante sensazione di stress e di oppressione può essere dovuta alla presenza di un metabolismo lento.

Rimedi al metabolismo lento

Per riattivare il metabolismo può essere utile ridurre (senza eliminare, però) i carboidrati e aumentare l’assunzione di proteine e grassi. Inoltre è bene inserire nella propria dieta ingredienti come zenzero, guaranà, cacao e caffeina, in grado di accelerare il metabolismo, eliminando invece fritti e grassi. Inoltre è fondamentale una corretta idratazione: bere 2 litri d’acqua al giorno può essere molto utile. Naturalmente, non deve mancare l’attività fisica: lo sport fa miracoli nel riattivare il metabolismo. Corsa, camminata veloce, bike, sollevamento pesi sono attività utilissime, specie se svolte a prima mattina, quando sono in grado di attivare l’organismo.

Related Post
Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.