Tonificazione muscolare all’aperto

I mesi primaverili che abbiamo vissuto ci hanno portato a mangiare di più, ci hanno impigrito e ci hanno portato ad allenarci sempre meno. Ora è tempo di sole, relax, mare abbiamo voglia di tornare all’aria aperta, tuttavia per i fitness addicted che hanno ripreso ad allenarsi e che non vogliono rinunciare alla tonificazione muscolare nemmeno stando in spiaggia un rimedio c’è: basta praticare qualche esercizio in acqua, sfruttando la naturale azione rimodellante per ottenere risultati faticando la metà. Una variante ancora più efficace è camminare immerso nell’acqua fino a metà polpaccio, eseguendo ampie falcate: la resistenza dell’acqua associata all’instabilità della sabbia modellerà le vostre gambe senza che fare un grosso sforzo. Per far lavorare polpacci, cosce e cintura addominale, passeggiate per almeno una ventina di minuti. Questo è ovviamente un consiglio più per le donne che vogliono una silhoutte tonica, ma quale migliore allenamento di una bella nuotata di 60 minuti no stop!

Tonificazione muscolare in mare, per mettere insieme sport e relax

A differenza di quanto pensiate, l‘estate è il momento ideale per la tonificazione muscolare. Infatti, complice la brezza marina e la naturale azione rimodellante dell’acqua di mare, al mare è facile ottenere risultati faticando la metà! Se volete un corpo da sirena, proprio come quello di chi pratica il nuoto sincronizzato abbandonate la sedia a sdraio, entrate in acqua e immaginate di essere una di loro: pensate ad una musica che accompagni i movimenti e iniziate l’allenamento. A fine agosto vi ritroverete con un corpo tonico.

Ecco come allenarsi al mare con semplici esercizi per tonificare, braccia, gambe, seno e glutei.

  1. Esercizio per gambe toniche. Fate in modo che l’acqua arrivi a metà polpaccio. Passeggiate con disinvoltura e, ogni tanto, accelerate. Proseguite l’esercizio per 20 minuti.
  2. Braccia e pettorali. Immerse nell’acqua con le gambe ferme, simulate con le braccia il movimento della nuotata a rana spingendo acqua verso l’esterno e poi verso l’interno con le mani a paletta. Tenete la pancia in dentro e i glutei attivi. Più velocemente, eseguirete il movimento, più l’esercizio sarà efficace in quanto sfrutterete la resistenza dell’acqua come carico. Eseguite 5 serie da 20.
  3. Esercizio per rassodare i glutei. Entrate in acqua fino al petto e correte all’indietro a piccoli passi aumentando la velocità. Le braccia devono seguire il movimento delle gambe. Ripetete l’esercizio per 5 minuti.
  4. Gli obliqui. Appoggiate le braccia su un materassino e lasciate le gambe in galleggiamento in acqua. Piegate le gambe portandole al petto e distendetele mandandole verso l’angolo destro del materassino, poi riportatele al petto e mandandole a sinistra. Ripetete il movimento per 20 volte e poi recuperate per qualche minuto. Eseguite 5 serie da 20.
Related Post
Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.